Mercedes CLS: con il restyling arrivano il cambio 9G-TRONIC ed i fanali Multibeam LED

L'estetica della Mercedes CLS cambia in misura davvero minima e non descrive la reale portata delle migliorie: arrivano il cambio automatico a 9 rapporti, i fanali Multibeam LED ed i motori Euro 6.

Mercedes CLS restyling

La Mercedes CLS viene sottoposta al tradizionale aggiornamento di metà carriera e debutta quindi in versione parzialmente rinnovata. Ne beneficia ovviamente anche la Shooting Brake, che riceve anch’essa un restyling dalle sfumature molto più marcate di quanto l’estetica non lasci supporre: tutti i motori sono ora fedeli alla normativa anti-inquinamento Euro 6 e viene introdotta la trasmissione automatica 9G-TRONIC. Gli uomini della Stella hanno modificato in particolare la composizione dei gruppi ottici anteriori ed il disegno della mascherina anteriore. Quest’ultima è ora più vicina al motivo introdotto sulle Classe S e Classe C. Risulta più tondeggiante e meno sporgente, effetto sottolineato anche dal nuovo paraurti e dal diverso andamento delle prese d’aria anteriori.

COM'ERA LA CLS SOLO QUALCHE SETTIMANA FA

La novità più sostanziale del restyling è comunque rappresentata dai fanali anteriori Multibeam LED, che includono ciascuno 24 LED (controllati separatamente) ed assicurano un fascio luminoso sempre indicato alla situazione di marcia: l’intensità è gestita in funzione del traffico sulla corsia opposta al senso di marcia. La profondità aumenta invece del 20% e raggiunge i 485 metri. L’infrastruttura del sistema Multibeam LED è composta da una telecamera (situata dietro il parabrezza) e da quattro unità di controllo. Ciascuna si aggiorna ogni 100simo di secondo e permette così di anticipare una curva o di una rotonda, per effetto anche delle informazioni inviate dal navigatore satellitare. I fanali sono poi composti da ulteriori quattro moduli, che svolgono la funzione di pre-cornering ed illuminano un tratto di curva (o di una rotonda) prima che il conducente giri il volante.

DOVETE CARICARE UNA TV NEL BAGAGLIAIO DI UNA CLS? PRENDETE ESEMPIO

Il restyling porta all’esordio la versione CLS 220 BlueTEC, che adotta il 2.1 monoturbo a gasolio da 170 CV e 400 Nm. Lo stesso quattro cilindri è destinato alla CLS 250 BlueTEC, ma in questo caso è biturbo e sviluppa 204 CV/500 Nm. L’offerta di motori a gasolio è completata dal V6 3.0 (CLS 350 BlueTEC), che mette a disposizione 258 CV e 620 Nm. La CLS 350 CGI cede il posto alla Mercedes CLS 400, equipaggiata con il V6 biturbo da 3.0 litri ed accreditata di 333 CV (+26 CV) e 480 Nm (+81 Nm). Completano la gamma le versioni CLS 500 (408 CV) e le due AMG, entrambe con il V8 biturbo da 5.5 litri: la ‘base’ offre 557 CV e 720 Nm, mentre la S raggiunge i 585 CV e gli 800 Nm. Tutti i motori sono conformi ai requisiti dello standard Euro 6. Il cambio a 9 rapporti è previsto sulle CLS 220 BlueTEC, CLS 250 BlueTEC, CLS 350 BlueTEC e CLS 500. Secondo Mercedes aiuta a contenere le richieste di carburante e ad aumentare il comfort ed il dinamismo. La rinnovata Mercedes CLS porta all’esordio anche un nuovo display da ben 8 pollici, che permette di gestire le numerose funzionalità del sistema COMAND. Nuovo anche il volante a tre razze, mentre il nuovo Comand Online dà accesso ad una serie di applicazioni specifiche.

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: