Michael Schumacher: reagisce con gli occhi, ma l'ex medico della F1 resta pessimista

Hartstein non vede grandi miglioramenti e parla di una situazione del tedesco simile a quella di aprile

F1 Grand Prix of Japan - Previews

Il giorno dopo la notizia dell’uscita del coma, arrivano nuovi dettagli sulla situazione di Michael Schumacher. E’ la ‘Bild’ a riportare alcuni particolari sullo stato di salute del tedesco, ora ricoverato presso il Centro Ospedaliero universitario di Losanna: secondo quanto scritto dal tabloid online, Schumi non riesce ancora a parlare, ma reagisce alle voci. Lo fa attraverso gli occhi ed, in particolare, quando è la moglie Corinna a parlargli. Mostrando una reazione più forte, rispetto a quando viene stimolato da altre persone

SCOPRIAMO IL CHUV DI LOSANNA, DOVE E’ RICOVERATO

Inoltre, ma era già una notizia di cui si parlava già da qualche settimana, avrebbe perso tantissimo peso, tanto da arrivare ora 55 chilogrammi, oltre 20 in meno rispetto a prima del drammatico incidente dello scorso 29 dicembre. La riabilitazione per rianimare la muscolatura e la corporatura è già iniziata mentre era ricoverato a Grenoble ed ora proseguirà anche a Losanna, dove sono presenti macchinari all’avanguardia proprio destinati a questa funzione.

Nella grande gioia del mondo della Formula 1 (e non solo), ci sono le parole sempre pessimistiche di Gary Hartstein, ex medico del circus dal 2005 al 2012. Secondo il medico britannico, non ci sono stati particolari miglioramenti e non c’è troppo da esultare, pur riconoscendo “la buona notizia sul fatto che Michael abbia lasciato l’ospedale”. Per il resto, però, non ci sono stati grandi novità, ma la situazione è piuttosto simile allo scorso aprile, quando già muoveva le ciglia, con “momenti di risveglio e coscienza”.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: