Rally Italia Sardegna 2014: con Hyundai alla sesta tappa WRC

Siamo andati in Sardegna in occasione del sesto appuntamento del WRC 2014. Ecco il racconto della nostra esperienza...

a:2:{s:5:"pages";a:3:{i:1;s:0:"";i:2;s:49:"Rally Italia Sardegna 2014: Classifica finale WRC";i:3;s:45:"Rally Italia Sardegna 2014: tutte le immagini";}s:7:"content";a:3:{i:1;s:6446:"

Rally Italia Sardegna 2014

Nel corso degli anni, purtroppo, l’interesse per il motorsport è calato drasticamente. Il rally, nonostante ciò, riesce ad attirare a sé ancora un vasto numero di appassionati. La conferma di tale tesi arriva dalla nostra esperienza sul campo, fatta nel week-end appena trascorso, durante la sesta tappa del Mondiale WRC. In compagnia della Hyundai, infatti, abbiamo potuto assistere live ad alcuni frangenti del Rally Italia Sardegna.

Da buon studente, prima del compito in classe, ripasso la materia in questione: l’edizione 2014 prevede un percorso di oltre 370 chilometri cronometrati, suddiviso in 17 prove speciali. Il via nella mattinata di giovedì cinque giugno con lo shakedown a Puttifigari, località nei pressi di Alghero. In serata la partenza cerimoniale, a Cagliari, e la super speciale d´apertura di 1,30 km in programma alle nove (21.08, per la precisione) nell´area portuale, seguita dal rientro delle auto ad Alghero.

La prima tappa continua poi venerdì, con otto crono tutti ambientati nel Monte Acuto, sulle speciali ripetute due volte di Terranova Nord, Terranova Sud, Coiluna e Loelle. Sabato la seconda tappa, la più impegnativa, con quattro speciali: Monte Olia e Monte Lerno (la più lunga, circa 60 km), disputate per due volte. Domenica la tappa conclusiva. Pochi chilometri ricavati nell´Anglona, nel sassarese e nella Nurra, dove è ambientato il Power Stage Finale molto vicino al mare di Cala Flumini.

SEGUITE TUTTE LE NEWS DAL MONDO DELLE CORSE SU MOTORSPORTBLOG

Il campionato è dominato dalla Volkswagen Motorsport, con Sébastien Ogier e Jari-Matti Latvala. La Hyundai Motorsport che per la prima volta schiera tre macchine ai nastri di partenza (Hayden Paddon-John Kennard, Thierry Neuville-Nicolas Gilsoul e Juho Hänninen-Tomi Tuominen) combatte invece con Citroen e M-Sport WRT per il podio. Niente male se si considera che il team della Casa coreana ha debuttato nel WRC proprio nel 2014.

Una volta atterranti sulla stupenda isola, nella giornata di venerdì, dopo una sbirciatina delle vetture dall’assistenza remota a Buddusò ci mettiamo in moto per osservare la sesta prova, la Terranova Nord 2. Arriviamo su una curva non particolarmente emozionante e impegnativa. Nonostante questo, mi rendo conto di quanto anticipato in apertura: ai lati della strada sterrata incontro numerose persone che, dopo aver parcheggiato su Marte e camminato sotto il sole cocente per un tempo non meglio quantificabile, attendono con ansia il passaggio delle vetture.

In molti, incuranti del pericolo (e dei rimproveri dei marshal), si avvicinano il più possibile al tragitto per effettuare delle foto, per sventolare bandiere o issare degli striscioni dedicati ai propri piloti preferiti. Una volta dissipata la terra innalzata dal passaggio dell’auto, prima dell’arrivo dell’equipaggio successivo, c’è anche il tempo (connessione permettendo) di controllare sullo smartphone tempi e classifiche. L’atmosfera che si respira è davvero bella e genuina. Come dovrebbe essere in tutti gli sport.

VI SIETE PERSI LE ULTIME NEWS DAL MONDO HYUNDAI ? CLICCATE QUI

Il sabato la location scelta è decisamente più suggestiva e interessante. Siamo a pochi chilometri dalla partenza della Monte Lerno 1. Qui possiamo vedere già in lontananza l’arrivo dei drivers, tutti molto gasati in quanto ancora “freschi”, che affrontano un misto veloce per poi scomparire rapidamente all’orizzonte. Le persone al nostro fianco nella campagna sono ancora di più rispetto al giorno precedente. Così come l’entusiasmo generale. A malincuore dopo il passaggio delle WRC, e un lungo transfer, arriviamo infine al parco assistenza di Alghero. Lasciando definitivamente la gara per passare al dietro le quinte.

A questo punto non posso che complimentarmi con Hyundai per la loro hospitality. Non sono complimenti dovuti bensì sentiti. Si tratta infatti di una struttura mastodontica, di livello superiore rispetto a quelle di tutti gli altri team. L’edifico è chiuso e si sviluppa su due livelli. Al piano inferiore troviamo i box climatizzati dove i meccanici riparano le auto osservati da fotografi e spettatori, che possono usufruire di un’area dedicata molto vicina ai mezzi. Il piano superiore, invece, è a disposizione degli ospiti della squadra. Dietro di essa è montata inoltre una sala di controllo dove i tecnici seguono in diretta la traccia delle vetture sul GPS, l'aggiornamento degli intertempi e tengono i contatti con l'equipaggio.

L’intera squadra, composta da più di cento persone provenienti da 22 nazionalità, è diretta da Michel Nandan. Secondo Nandan il team, per poter crescere, oltre all’esperienza derivata dalle gare deve aumentare l’affinità fra i vari membri del gruppo. La dedizione e l’impegno, da quello che abbiamo visto, non mancano. Bisogna inoltre tener conto del contributo che porterà nelle prossime gare l’italiano Nino Frison, con alle spalle un curriculum di tutto rispetto nel mondo delle competizioni, ricoprendo il ruolo di Direttore Tecnico.

VAI ALLA GALLERY FOTOGRAFICA COMPLETA

Nella stagione in corso, logicamente, la Hyundai Motorsport punta più sull’accumulo di esperienza che sui risultati stessi. Dal prossimo anno, però, potrà innalzare le proprie ambizioni con un nuovo progetto, basato sullo sviluppo di un’inedita vettura: la nuova Hyundai i20, la cui versione stradale sarà presentata in occasione del prossimo Salone di Parigi. Ma questa è un’altra storia...

";i:2;s:1103:"

Rally Italia Sardegna 2014: Classifica finale WRC

Rally Italia Sardegna 2014

Classifica finale (primi dieci)
1. Sebastien Ogier - Volkswagen Polo R WRC - 4.02'37"8
2. Mads Ostberg - Citroen DS3 WRC - +1'23"1
3. Jari-Matti Latvala - Volkswagen Polo R WRC - +1'32"8
4. Andreas Mikkelsen - Volkswagen Polo R WRC - +2'39"3
5. Elfyn Evans - Ford Fiesta RS WRC - +4'41"8
6. Martin Prokop - Ford Fiesta RS WRC - +6'05"3
7. Henning Solberg - Ford Fiesta RS WRC - +7'15"8
8. Robert Kubica - Ford Fiesta RS WRC - +12'19"0
9. Lorenzo Bertelli - Ford Fiesta RRC - +15'22"1
10. Khalid Al Qassimi - Citroen DS3 WRC - +16'49"3

Vincitori PS: Latvala 7 (PS 5, 6, 7, 9, 10, 15, 16) - Ogier 4 (8, 11, 12, 13) - Otsberg 2 (4, 14) - Mikkelsen 1 (17 Power Stage) - Neuville 1 (2) - Hanninen 1 (3) - Hirvonen 1 (1).

La classifica del Mondiale (primi cinque):
1. Sebastien Ogier
2. Jari-Matti Latvala
3. Mads Ostberg
4. Andreas Mikkelsen
5. Mikko Hirvonen

";i:3;s:365:"

Rally Italia Sardegna 2014: tutte le immagini

Rally Italia Sardegna 2014

";}}

  • shares
  • Mail