La Corvette nella palude? Per il conducente non è l'unico problema

Il conducente di una Stingray sbaglia manovra e finisce nella palude. Per sua sfortuna non riporta conseguenze fisiche. Il motivo? L'auto è di un amico e la Polizia era già sulle sue tracce.

sink_corvette_stingray

Una Corvette Stingray del 1971 è finita domenica pomeriggio all’interno di una palude a Wells, nel Maine. L’automobile è quasi interamente sommersa dall’acqua ed il suo conducente è stato tratto in salvo dai Vigili del Fuoco, intervenuti pochi minuti dopo l’incidente. Philip Aleo, 56enne autore del fuoripista, non ha riportato conseguenze di tipo fisico.

LA SUBARU PER 3 MESI IN UN LAGO? EPPURE SI ACCENDE AL PRIMO COLPO

Lui stesso magari si aspettava di battere almeno una testata, di farsi male ad un braccio o di passare una nottata al pronto soccorso. Ed invece dovrà affrontare fin da subito le sue responsabilità. Prima di tutto con l’amico proprietario della vettura, e poi con la giustizia. Il sito Press Herald rivela infatti che la York County Superior Court aveva spiccato un mandato d’arresto nei suoi confronti, per non aver partecipato ad una udienza in tribunale e per non aver pagato numerose multe.

ANCHE UNA VEYRON ERA FINITA CON LE RUOTE IN ACQUA

L’uomo è stato quindi arrestato e poi rilasciato, dopo aver pagato una cauzione da 711.60 dollari. Questa cifra rappresenta solo un acconto di quello che dovrà sborsare per riparare la Stingray, valutata circa 20.000 dollari. Persino il tenente della Wells police ha ironizzato sulla vicenda. “Non solo ha distrutto l’automobile di un amico, ma è stato anche arrestato – il commento di Jerry Congdon –. Non lo ricorderà di sicuro come il giorno più fortunato della sua vita”.

  • shares
  • Mail