Una dash cam negli anni '20: la telecamera è montata sul mezzo dei vigili del fuoco

Pensate che le dash cam siano un'invenzione recente? Avete in parte ragione, dal momento che furono inventate negli anni '80. D'ogni modo il primo esperimento risale a quasi 90 anni fa...

Con il termine dash cam si intende una telecamera dalle dimensioni compatte, montata dentro l’abitacolo e posizionata fronte marcia. Abbiamo imparato a conoscerla soprattutto grazie agli automobilisti russi, che in tal modo si tutelano da ‘colleghi’ decisamente poco inclini alla convivenza civile: il filmato viene ad esempio utilizzato per ricostruire la dinamica di un incidente.

LE DASH CAM DIVENTANO PROTAGONISTE DI UNO SPOT

Le dash cam sono inoltre utilizzati da alcuni corpi di polizia, così da registrare l’attività sulla strada di una pattuglia. L’utilizzo dei primi apparecchi risale genericamente agli anni ’80. Per stabilire una data precisa dobbiamo invece spostarci nell’ambito sportivo. La prima onboard camera fu introdotta nel 1983 e e servì per riprendere una gara del campionato NASCAR, mentre nel 1985 questa tecnologia venne estesa anche alle vetture da Formula 1.

GRAZIE ALLE DASH CAM AVREMMO PERSO EPISODI COME QUESTO

D’ogni modo non avremmo mai immaginato che una prima rudimentale dash carm fosse impiegata già negli anni 20 del 1900, quando fu installata su un veicolo del Fire Department City of New York (FDNY). Le immagini raccontano di un intervento condotto per le strade di una Grande Mela caotica e rapsodica, in cui pedoni, carrozze ed automobili si muovono privi di alcuna logica. I conducenti del mezzo sono addirittura costretti ad arrampicarsi sul marciapiede per sfuggire alla congestione.

  • shares
  • Mail