Autonomous vehicles: Intel scende in strada e punta all'intrattenimento

L'azienda informatica segue i passi di Google e annuncia lo studio di hardware e software per la guida autonoma.

Se Google ha indicato la strada, le altre aziende hi-tech non sono state a guardare. Le automobili a guida autonoma sono l'ultima moda nella Silicon Valley e ora è il colosso Intel ad annunciare lo sviluppo di software e hardware per le autonomous cars.

LEGGI ANCHE: Intel studia le auto che si guidano da sole, propone nuovi sistemi di intrattenimento

Intel ha reso noto di essere impegnata nella creazione di una piattaforma per le auto a guida autonoma basata su un proprio processore e sistema operativo. Il colosso americano investirà circa 100 milioni di dollari nel progetto che sarà parallelo a quello di Google, anche se Intel non esclude di lavorare insieme all'azienda di Mountain View.

“Arriveremo ad avere vettura completamente autonome, perché vi sarà una forte evoluzione nei prossimi sei/otto anni. La piattaforma che annunciamo oggi servirà alla nascita di questa tecnologia”.

Queste le parole di Doug Davis, vice presidente della sezione internet di Intel. Le vetture marchiate Intel avranno il sistema operativo Tizen, processori di ultima generazione e punteranno sulla connessione internet da e verso l'automobile. Intel lavorerà sia sui chip sia sui software, puntando sia su un sistema di guida autonoma che garantisca la massima sicurezza sia sull'ottimizzazione dell'infotainment in movimento.

LEGGI ANCHE: Google Car, ora nasce il prototipo senza volante

Con la guida autonoma, infatti, i passeggeri – conducente incluso – non devono più concentrarsi sulla guida, avranno spazi rimodulati nell'ottica delle nuove esigenze e, dunque, i sistemi d'intrattenimento elettronico devono venir rivisti con una nuova filosofia, puntando sulla massima libertà di movimento e connettività.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: