Mercedes: in Marocco vanno in pensione le w123 utilizzate come taxi

Il Governo di Abdelillah Benkirane vuole incentivare l'acquisto di vetture prodotte in loco, come la Dacia Lodgy ed il Renault Trafic. Ben 55.000 taxisti potrebbero essere interessati dal provvedimento.

mercedes_w123_morocco

Le autorità del Marocco vogliono aiutare i taxisti locali a sostituire le ormai vecchissime Mercedes w123. Per tal motivo sarà presto lanciata una compagna di rottamazione, promossa con l’obiettivo di incentivare l’acquisto di modelli più sicuri ed efficienti. I dettagli sono ancora limitati, ma il sito Ran When Parked sostiene che il Governo di Abdelillah Benkirane possa sponsorizzare automobili di produzione locale.

Ecco quindi giustificati i 50.000 dirham (4.400 euro) concessi per l’acquisto di un Renault Trafic ed i 10.000 dirham (9.000 euro) per il passaggio ad una Dacia Lodgy, automobili entrambe costruite nell’impianto di Tangeri. Le agevolazioni saranno valide per i soli proprietari di una w123. Tale misura non deve comunque rivelarsi sorprendente, dal momento che sarebbero ben 55.000 (!) le berline Mercedes in uso presso lo stato dell’Africa settentrionale.

Il successo di tal modello sarebbe determinato da un’affidabilità a prova di bomba, elemento tipico di tutte le Mercedes risalenti agli anni ’80 (insieme alla mancanza di prestazioni nelle versioni base). Un taxista marocchino ha poi fornito un ulteriore elemento d’interesse: l’abitacolo della w123 è talmente spazioso da poter ospitare fino ad otto passeggeri, plus non certo indifferente quando si devono caricare gruppi di turisti.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: