JUMPR: la soluzione definitiva per non rimanere con la batteria scarica?

Il JUMPR prevede una batteria ai polimeri di litio con capacità di 6.000 mAh. L’azienda costruttrice ritiene che il JUMPR possa avviare qualsiasi motore a 4 e 6 cilindri, in virtù dei 300 ampere di picco.

La statunitense Juno Power introdurrà fra qualche settimana un dispositivo che potrebbe aiutare tutti gli automobilisti a vincere una paura ricorrente: la batteria scarica. Il JUMPR è un apparecchio dalle dimensioni contenute, ampio quanto uno smartphone (139x75x15 mm) e pesante meno di 200 grammi, facilmente riponibile nel cassetto porta-guanti e quindi progettato per un utilizzo in mobilità.

LE TESLA CAMBIANO BATTERIA IN 90 SECONDI. NON CI CREDETE? ECCO IL VIDEO

La sua anima è costituita da una batteria ai polimeri di litio con capacità di ben 6.000 mAh. L’azienda costruttrice ritiene che il JUMPR possa avviare qualsiasi motore a 4 e 6 cilindri, ma i 300 ampere di picco non ci sembrano sufficienti per rimettere in funzione automobili di segmento medio.

Il JUMPR può quindi rivelarsi la soluzione adatta per chi possiede un’utilitaria, o per tutti i proprietari di uno smartphone: il dispositivo prevede una connessione USB 2.1 e consente di ricaricare un telefono o un tablet per circa 500 volte! Nella scocca è poi inclusa una torcia. Il terminale è in vendita alla cifra di 90 dollari (65 euro).

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: