BMW: sei cilindri triturbo per la nuova M3. Ancora nessuna decisione su M1 e Z4 M

Bmw M3 CRT

Arrivano ulteriori conferme agli ambiziosi piani che BMW sta preparando per la M3 del futuro. Dopo la breve parentesi del V8 montato sulle attuali E90, E92 ed E93, pare ormai certo che la casa tedesca tornerà alla tradizione, con un nuovo sei cilindri in linea. Che però non sarà un aspirato "old school", ma un modernissimo sovralimentato, che sfrutterà la spinta di ben tre turbine, una delle quali non azionata dai gas di scarico ma da un motorino elettrico dedicato.

La nuova M3 dovrebbe debuttare nel 2014 e secondo le indiscrezioni il suo plurifrazionato avrà una cilindrata di 3.3 litri e una potenza massima intorno ai 450 CV. La scocca e i pannelli carrozzeria della vettura saranno costituiti da un mix di acciai ultraresistenziali e fibra di carbonio. "Ci concentreremo sempre di più sulla riduzione dei consumi e la M3 lo dimostrerà", ha rivelato Friedrich Nitschke, il numero uno di BMW Motorsport.

"Questo nuovo approccio tuttavia, non diluirà l'appeal delle prestazioni delle nostre sportive: l'erede della M1 si sta finalmente avvicinando alla realtà. La M1 ha una storia fantastica: la decisione sul futuro di questo progetto non è ancora stata presa, anche se è da 11 anni che è in ballo. Ci piacerebbe molto realizzarlo". Mantenendo la bocca cucita su tutti i dettagli del progetto, Nitschke si è poi soffermato su altre due vetture potenzialmente molto interessanti.

Il manager tedesco ha rivelato che la divisione Motorsport sta concretamente riflettendo su una variante "track-oriented" della riuscita Serie 1 M Coupé. E in conclusione, venendo a parlare di una proposta di cui qualcuno sente la mancanza, ha spiegato che "non esistono piani per riproporre una Z4 M, ma è qualcosa che volendo si potrebbe realizzare facilmente".

Via | eGMCarTech

  • shares
  • Mail
54 commenti Aggiorna
Ordina: