Jaguar Supercharged Academy 2011

Jaguar Supercharged Academy

La nostra giornata all’insegna del compressore volumetrico si apre con un esercizio al volante di una vettura turbocompressa, oltretutto diesel. Per il secondo esercizio ci viene proposta una berlinona lunga 5.12 metri e pesante 1.900 chili, mentre nella terza prova dobbiamo rimanere in strada nonostante ci spingano fuori. Stranezze e curiosità della Jaguar Supercharged Academy, intelligente strumento per fidelizzare il cliente e per insegnargli al contempo i primi rudimenti della guida sportiva, su strada ed in pista.

Abbiamo partecipato nei giorni scorsi al primo evento, organizzato dal Giaguaro e dall’agenzia Time2Go presso il circuito bresciano di Castrezzato. I restanti appuntamenti avranno luogo ad Adria (8 settembre) e a Vallelunga (11 ottobre) e danno seguito al programma già avviato con le “semplici” Jaguar Experience, quattro giornate in pista anch’esse dedicate al saper guidare. La Supercharged Academy si rivela invece uno strumento più esclusivo ed approfondito, dai contenuti validi per varietà ed accuratezza. Una sola pecca: il prezzo di 1.980 euro non può essere definito contenuto, anche se è possibile usufruire di sconti per clienti, associazioni e rivenditori.

Ciascuna giornata si articola in due sessioni, con esercizi di guida sicura e l’avviamento alla guida sportiva in circuito. Chi scrive ha dedicato la mattina alla parte più “teorica”, con le prove di frenata su fondo misto (asfalto e ghiaccio, ricreato tramite una pellicola), slalom e controsterzo. Per il primo test l’organizzazione ha scelto una XF 3.0 a gasolio, poi sostituita da una più imponente XJ Supersport. Questa vettura, decisamente inadatta nell’uso sportivo tout court, si rivela altresì immediata ed accomodante nelle prove di controsterzo, quando il passo lungo rende più filtrate le reazioni.

Jaguar Supercharged Academy
Jaguar Supercharged Academy
Jaguar Supercharged Academy
Jaguar Supercharged Academy

Jaguar Supercharged Academy
Jaguar Supercharged Academy
Jaguar Supercharged Academy
Jaguar Supercharged Academy

E’ quindi possibile concentrarsi sui movimenti delle braccia e sulla posizione degli occhi, che non devono mai guardare il muso della vettura ma seguire la direzione che si vuole impartire alla vettura, anche se questa è in fase di sbandata. La guida senza controlli elettronici resterà una prerogativa dei test di guida sicura, mentre una volta in pista il collaudatore seduto al nostro fianco ci impedirà (per fortuna, aggiungiamo) di neutralizzare i controlli. Un pensiero in meno…

Jaguar Supercharged Academy
Jaguar Supercharged Academy
Jaguar Supercharged Academy
Jaguar Supercharged Academy

Sarà quindi meno stressante guidare le impegnative XKR Coupè, Cabriolet e XFR, concentrandosi unicamente per impostare le giuste traiettorie. I birilli posizionati in prossimità del punto di corda aiutano ad impostare le curve, mentre il collaudatore suggerisce di guidare puliti e fluidi per non stuzzicare il controllo di trazione.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: