Volvo S60 PPHEV: foto ed informazioni della novità per il salone di Pechino 2014

Volvo introduce una nuova piattaforma ibrida sotto il corpo vettura della S60 a passo allungato. Cosa cambia? Il motore è a benzina e sviluppa una potenza di 238 CV, mentre i consumi restano a livelli record: appena 2 litri ogni 100 chilometri.

Volvo S60 PPHEV

Volvo partecipa al salone di Pechino (21-29 aprile) con un’evoluzione della berlina S60, configurata in variante ibrida plug-in ed attesa sul mercato cinese a partire da inizio 2015. Si chiama Volvo S60L PPHEV e trae origine dalla versione a passo lungo. L’acronimo PPHEV si srotola nella dicitura Petrol Plug-in Hybrid Electric Vehicle, parafrasi utilizzata per indicare l’essenza di un’automobile che l’azienda svedese non riconosce quale ‘semplice’ ibrida: è allo stesso tempo un’elettrica, un’ibrida ed una vettura ad alte prestazioni.

LA VOLVO S60 E' ANCHE AD ALTE PRESTAZIONI: SI CHIAMA POLESTAR ED HA 350 CV

La berlina non adotta lo schema ibrido della V60 Plug-In Hybrid, ma sacrifica il 2.4 a gasolio in favore del quattro cilindri 2.0 a benzina della famiglia Drive-E. Quest’ultimo mette a disposizione 238 CV e 350 Nm, a cui si aggiungono i 68 CV ed i 200 Nm del motore elettrico. La batteria è del tipo agli ioni di litio, ha capacità di 11.2 kWh e si trova sotto il piano di carico. Il cambio è automatico ad 8 marce. Il conducente può scegliere fra tre differenti modalità di guida (Pure, Hybrid e Power), così da prediligere l’economia d’utilizzo o le prestazioni: la S60 PPHEV consuma appena 2 litri di benzina ogni 100 chilometri ed emette 50 grammi al chilometro di CO2, mentre lo 0-100 km/h viene portato a termine in appena 5.5 secondi.

LE INFORMAZIONI SUL RECENTE AGGIORNAMENTO STILISTICO

L’autonomia in modalità elettrica è pari a 50 chilometri, quando invece l’autonomia complessiva è superiore a 1.000 chilometri. Un ciclo intero di carica impiega invece 4 ore e mezza (da un impianto a 16 ampere).

  • shares
  • Mail