Volkswagen: primi sviluppi del Temporary Auto Pilot

Temporary Auto Pilot

Non si può ancora parlare di automobile intelligente né di pilota automatico. Meglio utilizzare la definizione Temporary Auto Pilot, che descrive le virtù del nuovo progetto Volkswagen senza azzardare qualità non sue. Questo sistema infatti assiste il guidatore quand’è impegnato nel percorrere tratti autostradali, diminuendo così le probabilità di errore, colpi di sonno o distrazione. Il software gestisce la distanza dalla vettura che precede, mantiene una velocità pre-impostata, frena all’approssimarsi una curva e guida l’automobile entro i limiti della corsia, oltre a leggere i segnali, rispettare i limiti di velocità e fermarsi/ripartire nella marcia cittadina. Unica condizione: la velocità massima non può oltrepassare i 130 km/h.

Il TAP ha debuttato nel corso della fiera HAVEit (Highly Automated Vehicles for Intelligent Transport) e interagisce con vari sensori o radar annegati nel corpo vettura, sfruttando altresì l’impianto del cruise-contro attivo e del Lane Assist. Nessuna proiezione riguardo il futuro ed eventuale debutto in serie.

  • shares
  • Mail
36 commenti Aggiorna
Ordina: