BMW: la Z2 sarà a trazione integrale?

render BMW Z2

Dopo qualche tentennamento di troppo, pare che il progetto della BMW Z2 sia definitivamente salpato. La piccola roadster tedesca, destinata ad occupare la nicchia abbandonata dalla Z3 e dalla Z4 di prima generazione, dopo che l'attuale è "maturata" salendo di segmento, si farà molto probabilmente nel 2014. Nei corridoi si mormora che l'ad Norbert Reithofer non sia convinto dell'opportunità del progetto, ma il resto del cda pare aver avuto la meglio nella decisione definitiva.

La BMW Z2 si andrà a posizionare faccia a faccia con la Mazda MX-5 in termini di impostazione e filosofia costruttiva, ma naturalmente offrirà un'immagine più esclusiva e prezzi conseguentemente più elevati rispetto alla giapponesina. Caratterizzata dalla presenza del classico tetto in tela, la bavarese potrebbe nascondere sotto il vestito la più grossa sorpresa: la trazione integrale.

Secondo quanto riportato da Car, BMW starebbe valutando due alternative di trazione, la classica posteriore e per l'appunto l'integrale. La trazione sulle ruote anteriori è stata esclusa: sarebbe stato troppo per i fan dell'Elica digerire un ennesimo "boccone amaro", per di più sotto forma di una due posti scoperta. Ciò detto, va comunque specificato che qualora dovesse avere la meglio il partito della trazione integrale, la Z2 nascerà sul futuro pianale UKL1, quello cioè della prossima Mini e della piccola BMW a trazione anteriore, che naturalmente prevede un layout trasversale del propulsore. Esiste però anche un "piano B".

L'ipotesi alternativa prevede un lancio a cavallo tra il 2015 ed il 2016. E soprattutto, una piattaforma a trazione posteriore. Perché tanta attesa? Perché il pianale in questione sarà quello delle venture Serie 1 Coupé e Cabrio, ancora lontane nel tempo e peraltro destinate a cambiare nome: le due varianti sportive della Serie 1 saranno ribattezzate Serie 2.

In ogni caso, la Z2 sarà equipaggiata con il nuovo 2.0 turbo BMW, in tre powerstep che andranno a coprire un arco di potenze tra 170 e 272 CV. Non è esclusa la presenza del 2.0 turbodiesel, né quella di una variante coupé, destinata comunque a debuttare almeno sei mesi dopo la roadster.

  • shares
  • Mail
71 commenti Aggiorna
Ordina: