Como: i vertici della Polstrada in manette per le multe cancellate

Multe annullate a Como: arrestati Comandante e Vice della Polstrada insieme a tre agenti, sotto inchiesta 26 persone.

Questa mattina il Comandante, il Vicecomandante e tre poliziotti della Polizia Stradale di Como sono stati arrestati dalla Guardia di Finanza in seguito alle indagini riguardanti migliaia di multe cancellate illegalmente. Stando all’inchiesta nella quale sono state indagate ben 26 persone, tra cui il capo ufficio verbali della Polizia di Como ed un funzionario della Questura, nel capoluogo lariano in cambio di favori personali sono stati annullati in modo illecito, o fatti sparire misteriosamente, i verbali di migliaia di multe. Gli indagati erano sotto osservazione da ormai un anno, con gli accertamenti che si sono incentrati su alcune multe sparite o cancellate senza apparenti motivazioni logiche.

Nelle indagini, svolte dalla Guardia di Finanza in collaborazione con la sezione giudiziaria della Polizia Stradale, sono emersi anche alcuni casi di abuso di potere da parte di alcuni poliziotti che avrebbero utilizzato la propria posizione per trarre dei vantaggi personali. Ora il comandante Patrizio Compostella, il suo vice Gianpiero Pisani e tre poliziotti risultano accusati di falso, peculato e di abuso d’ufficio.

Preventivamente è stata emessa un’ordinanza di custodia cautelare che ha incarcerato Compostella e Pisani, costringendo agli arresti domiciliari i tre agenti coinvolti. Oltre ad essi però la Procura di Como ha chiesto la sospensione dal servizio di altri quattro agenti, uno della Polizia Locale della città lariana e tre della Poliza Stradale, con conseguenti perquisizioni all’interno delle abitazioni, del comando della Polizia Locale degli uffici della Polstrada.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. È disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

I Video di Autoblog

Ultime notizie su Tasse

Tasse

Tutto su Tasse →