California: entro fine anno una legge sulle auto a guida autonoma

Alcune personalità hanno aderito alle consultazioni promosse dal Department of Motor Vehicles, con le quali stabilire e risolvere le principali questioni riguardanti un tema ancora del tutto nuovo ed inesplorato.

I vertici del Department of Motor Vehicles californiano hanno previsto di varare entro fine 2014 una legge che regolamenti l’utilizzo su strade pubbliche delle automobili a guida autonoma. Le consultazioni hanno avuto inizio martedì 11 marzo, quando il DMV ha convocato nella propria sede di Sacramento alcune personalità interessate e sollevato questioni di rilevanza primaria: l’organismo vuole ad esempio sapere se la presenza del conducente resta necessaria, come stabilire l’effettivo grado di sicurezza delle automobili e se i dati raccolti dal cervellone possano in qualche modo venir riutilizzati per attività private.

I legislatori accolgono in tal modo il contenuto di una legge risalente al 2012. Quest’ultima stabiliva che entro fine 2014 il DMV avrebbe dovuto decidere come integrare le vetture a guida autonoma nel tessuto stradale urbano. Una prima bozza verrà pubblicata a giugno, mentre dall’autunno riceverà eventuali migliorie e correzioni. John M. Simpson, dell’associazione Consumer Watchdog, ha sfruttato le consultazioni per ribadire che le driverless car “non devono rivelarsi un’altra scusa per tenere sotto controllo il nostro quotidiano”.

L’obiezione era rivolta a Google – presente anch’essa –, la quale si è tuttavia rifiutata di commentare. Al dibattito partecipava anche Ron Medford, responsabile di Big G per la sicurezza delle automobili a guida autonoma. Il manager ritiene che sia compito delle aziende garantire un sufficiente livello di sicurezza, in modo da snellire almeno inizialmente le pratiche burocratiche. La California è il primo stato a dar rilievo alla questione, che a livello federale è ancora trascurata.

I Video di Autoblog

Ultime notizie su Sicurezza

Sicurezza

Tutto su Sicurezza →