Fiat: delegati FIOM favorevoli all'accordo sulla fabbrica ex-Bertone

bertone_grugliasco

I delegati FIOM, durante l'odierna, importante assemblea dei lavoratori della fabbrica Bertone di Grugliasco rilevata da Fiat, hanno espresso parere favorevole all'accordoproposto dalla casa per il futuro dell'impianto, indicando di votare "sì" al referendum interno per cui la proposta dovrà presto passare.

Fiat ha annunciato nel mese di febbraio l'intenzione di investire 550 milioni di euro nello stabilimento, per produrvi un modello Maserati che con ogni probabilità sarà la cosiddetta "baby Quattroporte", berlina di segmento E che dovrebbe debuttare nel corso del 2012. I 1100 dipendenti di Grugliasco, da sei anni in cassa integrazione, potranno votare fino alle 18 di domani. I risultati sono attesi per la serata.

Il parere dei delegati FIOM, come sottolineato da Reuters, si discosta di fatto da quello dei vertici del sindacato, che non firmerà comunque il contratto, distinguendosi ancora una volta dalla linea delle altre rappresentanze dei lavoratori firmatarie degli analoghi accordi di Mirafiori e Pomigliano.

Maurizio Landini spiega la situazione in questi termini, come riportato da La Stampa: "Consideriamo quello della RSU l’atto di legittima difesa di chi, sottoposto al ricatto, non vuole accettarlo. La FIOM ha ribadito all’assemblea, tra gli applausi, la sua posizione: il referendum è illegittimo e si andrà avanti sulla strada dei ricorsi. Quella dei delegati è una risposta straordinaria a una situazione straordinaria. Il ricatto era doppio in quanto Marchionne ha detto chiaramente che, oltre a non fare l’investimento, avrebbe restituito l’azienda all’amministrazione straordinaria".

  • shares
  • Mail
39 commenti Aggiorna
Ordina: