Jeep Renegade: video, foto e dati tecnici ufficiali

Progettata in America, costruita in Italia, venduta in più di 100 paesi: ecco la nuova Jeep Renegade

Progettata in America e prodotta in Italia, con pianale (lo Small Wide 4×4, alla sua prima applicazione) e motori, quasi per intero, di derivazione Fiat; ma chiariamo una cosa: questa Renegade è una Jeep fin nel midollo e basta leggere le sue credenziali per capirlo: non è infatti un caso che la nuova entry-level del brand americano offra due sistemi di trazione integrale in grado di trasferire il 100% della coppia su una singola ruota, come sulla più grande Cherokee. Parliamo del “Jeep Active Drive” e del “Jeep Active Drive Low” sistema di trazione integrale con rapporto finale di riduzione di 20:1, una esclusiva nel segmento.

A conferma di come l’innovazione sia sempre alla base dello sviluppo di ogni nuovo modello Jeep, la Renegade è il primo Small SUV ad essere dotato del dispositivo di disconnessione dell’asse posteriore e dell’unità di trasmissione della potenza (PTU): ciò consente di ridurre i consumi dei modelli 4×4. Il sistema entra in funzione quando si rende necessaria la modalità a quattro ruote motrici. I dispositivi “Jeep Active Drive” e “Active Drive Low” sono abbinati al sistema di gestione della trazione “Jeep Selec-Terrain” che dispone di quattro programmi di marcia(Auto, Snow, Sand e Mud, che diventano cinque con l’aggiunta della modalità Rock specifica del modello Trailhawk).

E per chi la vuole “estrema” c’è la Trailhawk: presenta un sistema di trazione integrale Jeep Active Drive Low di serie (con rapporto finale di riduzione di 20:1), il sistema Selec-Terrain con l’esclusiva modalità Rock, un’altezza da terra superiore di 20 mm, piastre di protezione e ganci di traino anteriori e posteriori di colore rosso, paraurti che permettono di ottenere un angolo di attacco di 30,5 gradi, un angolo di dosso di 25,7 gradi e un angolo di uscita di 34,3 gradi, fino a 205 mm di articolazione delle ruote, sistema Hill-descent Control, capacità di guado pari a 480 mm, capacità di traino fino a 1.500 kg sui modelli equipaggiati con motore diesel MultiJet II e fino a 907 kg su quelli con motore Tigershark da 2,4 litri, e pacchetto per il traino a richiesta.

La nuova Renegade è il primo modello Jeep a integrare il sistema di ammortizzatori anteriori e posteriori con valvola FSD (Frequency Selective Damping) by Koni, che migliorano maneggevolezza e tenuta di strada. La nuova Renegade presenta due configurazioni di tetto apribile My Sky (disponibili a richiesta). Le opzioni tetto My Sky amovibili hanno un funzionamento a comando manuale oppure a comando elettrico (a scorrimento orizzontale/inclinato). Realizzati in poliuretano e fibra di vetro a nido d’ape, i pannelli del tetto sono possono essere riposti nell’area di carico posteriore. Entrambe le opzioni tetto My Sky presentano una “X” stampata a rilievo.

La nuova Renegade può essere dotata di 16 diverse combinazioni di motori e propulsori: quattro motori a benzina MultiAir, due motori diesel MultiJet II, un propulsore E.torQ compatibile con il sistema flex-fuel. Tutti sono dotati di tecnologia Stop&Start per ridurre emissioni e consumi e a richiesta c’è il cambio automatico a nove rapporti (abbinato al motore diesel MultiJet II da 2,0 litri o al motore benzina MultiAir2 da 2,4 litri) ed una trasmissione a doppia frizione a secco (DDCT). Renegade dispone inoltre dei dispositivi “Uconnect Access” che utilizza tecnologia cellulare integrata per consentire la comunicazione con i servizi di pronto intervento locali; e “Radio touchscreen Uconnect“: si tratta del sistema di comunicazione, intrattenimento e navigazione vivavoce.

Le caratteristiche principali dei sistemi Uconnect 5.0 e 6.5AN sono: display touchscreen da 5″ o 6,5″, connettività Bluetooth, sintonizzatore singolo o doppio, funzionalità RDS (Radio Data System), funzionalità DAB (Digital Audio Broadcast), HD Radio, funzionalità DMB (Digital Media Broadcasting), SiriusXM Radio, SiriusXM Travel Link, porta USB e ingresso jack audio ausiliario (I servizi Uconnect possono variare nei diversi mercati). Inoltre la SUV italo/americana presenta il quadro strumenti dotato di un display a colori da 7″ a visualizzazione multipla completamente configurabile dal guidatore.

I Video di Autoblog

Ultime notizie su Video

I video più interessanti e divertenti del mondo auto: i video ufficiali dai costruttori, le nostre prove su strade, i video amatoriali divertenti da condividere, ecco un modo per scoprire il mondo delle quattro ruote a 360 gradi!

Tutto su Video →