Renault: Patrick Pelata si dimette in seguito allo scandalo spionaggio

Patrick PÃ�©lataLo scandalo spionaggio in seno al gruppo Renault si conclude con le dimissioni di Patrick Pélata, direttore generale e braccio destro del presidente Carlos Ghosn. Secondo la stampa francese questo sacrificio permette allo stesso Ghosn di rimanere al comando della Losanga, nonostante i mugugni di alcuni funzionari dell’Eliseo che ne avrebbero reclamato l’allontanamento. I “falchi” del governo francese (azionista Renault per il 15%) sarebbero poi tornati a più miti consigli dopo aver valutato con attenzione i rischi di una decisione tanto pericolosa. Il consiglio d’amministrazione Renault ha dunque accettato le dimissioni del manager, presentate una volta rese note le conclusioni dell’indagine interna. Pélata abbandona il marchio francese a 24 anni dal suo ingresso, dopo aver già presentato richiesta d’abbandono (poi respinta) a scandalo ancora fresco. Ghons ha comunque garantito che il dirigente resterà all’interno gruppo. Nel frattempo le tre vittime della vicenda (Michel Balthazard, Bertrand Rochette e Mathieu Tenenbaum) avrebbero presentato una richiesta di risarcimento danni per un ammontare di 11 milioni di euro, cifra esponenzialmente superiore rispetto ai 700mila euro cadauno offerti da Renault.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: