Goodyear: va in pensione il dirigibile Spirit of Goodyear

L'aeronave saluta i cieli dopo averli 'solcati' per 14 anni, reporter e strumento pubblicitario utilizzato durante numerosi eventi di carattere sportivo. Verrà sostituito da un dirigibile più moderno ed attuale.

Spirit of Goodyear

La tragedia dello Zeppelin LZ 129 Hindenburg ha in parte segnato la carriera dei dirigibili quali mezzi di trasporto ad ampio raggio. Da allora gli aerostati svolgono attività di carattere pubblicitario, sono utilizzati come piattaforma per riprese aeree e quale come mezzo di trasporto turistico. I dirigibili non sono tuttavia ‘residui’ del passato, mezzi fuori contesto utilizzati per esprimere fascino vintage e per richiamare appassionati del genere. Lo dimostra chiaramente Goodyear, in procinto di sostituire uno fra i mezzi più ‘vissuti’ della sua flotta con un’aeronave nuova di zecca.

Lo scorso fine settimana è andato dunque in pensione lo Spirit of Goodyear, dirigibile risalente al 2000 – entrò in servizio il 15 marzo – ed utilizzato quale mezzo pubblicitario in occasione di numerosissimi eventi: dai playoff NFL fino alle Finals NBA, dagli US Open di tennis alle partite del campionato universitario di basket NCAA. L’ultimo appuntamento cui ha partecipato è la Daytona 500, gara svoltasi nello scorso fine settimana e di cui Goodyear è fornitore ufficiale sin dal 1954. Lo Spirit of Goodyear è stato di recente insignito con un premio a celebrarne i 14 anni di attività continuativa.


Verrà sostituito da un mezzo più recente ed attuale, al momento in costruzione presso l’hangar Wingfoot Lake di Suffield (Ohio). Goodyear lanciò il primo dirigibile nel 1925, e la sua flotta include oggi tre esemplari: lo Spirit of Goodyear, lo Spirit of America e lo Spirit of Innovation. Quest’ultimo 58.5 metri in lunghezza, 18 metri in altezza ed oltre 15 metri in larghezza, accoglie ben 16 membri dell’equipaggio e vola a 450 metri d’altitudine.

  • shares
  • Mail