USA, Obama: "Solo carburanti alternativi per la flotta governativa dal 2015"

barack_obama Barack Obama, come riportato dal New York Times, ha annunciato una nuova misura che rientra nel piano di ammodernamento della politica energetica USA: il Presidente degli Stati Uniti, oltre alle misure che porteranno alla produzione di energia elettrica "pulita", alla riduzione della dipendenza dal petrolio straniero, all'aumento della produzione nazionale di etanolo e alla promozione del metano per autotrazione, prenderà un'iniziativa per cui dal 2015 il Governo acquisterà solo auto alimentate da carburanti alternativi.

La misura, da sola, non potrà certo avere un impatto significativo sulla riduzione dell'impatto ambientale, ma rappresenta senza dubbio un annuncio dal forte valore emblematico. La sua efficacia in termini concreti va ricercata guardando all'intero piano della nuova politica energetica americana. Obama vuole ridurre di un terzo le importazioni di petrolio straniero entro il 2025 non solo attraverso l'incremento delle estrazioni nel territorio nazionale, ma contando anche sul taglio dei consumi medi del parco auto USA.

Intento nobile, non c'è dubbio, che va però supportato con da un'adeguata regia politica. Bastava dare un'occhiata al Salone di Detroit di quest'anno per capire che gli americani, se non messi alle strette da necessità economiche o spinti da sostanziosi incentivi, non sono propensi (ed è anche comprensibile) a cambiare le proprie..."abitudini motoristiche".

  • shares
  • Mail
17 commenti Aggiorna
Ordina: