Elkann: “Il lavoro c’è ma ai giovani manca l’ambizione”. Della Valle: "E' un imbecille"

Uomo col megafono: la rubrica di Autoblog che raccoglie il meglio, o il peggio, di quanto è stato detto o stradetto nel mondo dell'automobile, oggi presenta John Elkann. Ma Della Valle non ci sta!

Uomo col megafono: la rubrica di Autoblog che raccoglie il meglio, o il peggio, di quanto è stato detto o stradetto nel mondo dell'automobile, oggi presenta John Elkann.

Sports Coach

Inauguriamo oggi la rubrica "L'uomo col megafono". Una sorta di "hanno detto che" con il meglio, o il peggio, di quanto è stato dichiarato da quanti frequentano il mondo dell'automobile. Settimanalmente cercheremo di proporre le perle di saggezza, scivoloni e, perchè no, frasi che diventeranno storiche.

Diamo allora spazio in questo venerdì a John Elkann. A Sondrio, in un incontro con gli studenti delle scuole superiori della Valtellina organizzata dalla Banca Popolare di Sondrio, il presidente di Fiat ha disegnato il suo personalissimo quadro del mondo del lavoro. Ed ecco a voi quanto ha dichiarato:

Il problema dei giovani è che non hanno la giusta determinazione a trovare un lavoro. Forse non hanno una reale voglia di cogliere queste opportunità, perché non ne hanno bisogno, perché stanno bene a casa, oppure non ci sono sufficienti stimoli o non hanno la giusta ambizione a fare delle cose...

Penso che sia più interessante fare una vita in cui sei impegnato e lavori con passione che fare una vita in cui sei in vacanza tutto il tempo, perché dopo un po’ ci si annoia.

Se non siete tra quanti si annoiano quotidianamente, lo spazio dei commenti è dedicato voi.

UPDATE 15/02/2014 - Ore 19.50: Il patron della Tods e della Fiorentina, Diego Della Valle, non ha perso l'occasione per dirne una delle sue:

"Quel poveretto di Jaki non ha perso l'occasione di ricordare che è un imbecille. Dovremmo fare un referendum e chiederci se lo vogliamo ancora in Italia. E' una vergogna che uno degli Agnelli dica che oggi in Italia i giovani hanno i posti di lavoro. Uno che si permette di dire che i ragazzi stanno a casa perché non hanno voglia di lavorare, perché il lavoro c'è, è un imbecille; lo tengano a casa, lo tengano un po' a riposo, vada a sciare. John Elkann è uno che appartiene ad una famiglia che ha distrutto una quantità industriale di posti di lavoro e, di conseguenza, anche le speranze di molti giovani".

E dato che la questione assume i contorni della telenovela, aggiungiamo un tweet di Natalino Balasso:


  • shares
  • Mail
70 commenti Aggiorna
Ordina: