La stampa tedesca giudica la Brera: più "bella" che "bestia"

Alfa Brera

Sono state pubblicate in questi giorni alcune prove su strada dell'Alfa Romeo Brera 3,2 V6 Q4 nelle due più diffuse riviste automobilistiche "generaliste" tedesche. Cominiciamo con Autobild: "Espresso Rosso" è il titolo dell'articolo, "caldo e forte" gli aggettivi che seguono... L'autore, Marc Ziegler, loda estetica e qualità generali della vettura: "L'Alfa Brera mostra che gli italiani possono ancora costruire belle auto", è il commento conclusivo.

L'abitacolo è ben realizzato, con qualche minima obiezione sulla posizione di guida e sui comandi del clima in basso. Dal punto di vista dinamico, giudizi positivi soprattutto sulla tenuta di strada e sulla stabilità: la Brera si scompone soltanto con "violenti traferimenti di carico". Anche la motricità è ottima, come pure l'elasticità ed il "bellissimo suono" del V6 di origine GM.

Diversi, però, anche i difetti segnalati: peso elevato (1800 kg nella vettura provata, che aveva anche impianto Bose e tetto panoramico); sesta marcia un po' troppo lunga; sterzo che potrebbe essere ancora più diretto (!); assorbimento delle piccole asperità; consumo elevato, che è poi il difetto peggiore: 14,3 litri x 100 km rilevati, ma che salgono tra i 18 e i 20 nell'uso "sportivo". Per il comportamento complessivo della vettura, la Brera viene giudicata sostanzialmente più una gran turismo che una "sport car".

E qui si riallaccia il secondo articolo, quello di Alexander Bloch per Auto Motor und Sport: la Brera è solo bella o è anche "cattiva"? Per provarlo, la rivista ha confrontato la coupé italiana con una V6 senza compromessi, la Nissan 350Z Premium da 301 cv: il titolo "la Bella e la Bestia" fa subito capire quale sia la vincitrice in "cattiveria"... (Nissan: 438 punti su 650, contro 425 dell'Alfa).

La 350Z ha un motore più potente, è molto maneggevole ed ha uno sterzo pronto, a discapito ovviamente del confort complessivo e delle "scosse" sui passeggeri. La Brera non viene molto lodata né per l'ergonomia, né per il motore, meno performante e dai consumi molto elevati; brilla, invece, per tenuta di strada: le quattro ruote motrici permettono infatti "divertimento" e sicurezza in tutte le condizioni.

Questi alcuni dati sulla Brera Q4 rilevati dalle due riviste, in alcuni casi non proprio corrispondenti:



























  Autobild Auto Motor und Sport
0/100 km/h 6,7 sec. 6,6 sec.
80-120 km/h in VI 12,2 sec. 12,9 sec.
Consumo medio l x 100 km 14,3 15,9
Frenata 100/0 km/h

39,5 a freddo

38,2 a caldo

41,9 m
  • shares
  • Mail
542 commenti Aggiorna
Ordina: