Mitsubishi: pochissime differenze per la e-Compact sui vari mercati

Mitsubishi Concept Global Small - Salone di Ginevra Live 2011

Come vi abbiamo raccontato dal Salone di Ginevra, la Mitsubishi Concept Global Small prelude chiaramente ad una piccola world car di segmento B destinata a sostituire la Colt e a superarla anche e soprattutto sul piano dei concetti ispiratori. Il prototipo darà vita ad un modello di serie basato su una nuova piattaforma, chiamata e-Compact e destinata ad entrare in produzione a inizio 2012.

Il nuovo modello, che verrà prodotto in una fabbrica in Thailandia attualmente in costruzione, sarà una realizzazione davvero globale. Pochissime le differenze che separeranno le vetture destinate ai vari continenti: si tratterà di dettagli come le diverse regolazioni dei motori per ottemperare alle leggi sulle emissioni in vigore nei vari paesi, della gamma colori o dei tessuti per gli interni.

L'utilitaria su base e-Compact avrà un ruolo molto importante anche in termini di riduzione delle emissioni medie della gamma Mitsubishi: entro il 2020 il costruttore nipponico vuole tagliare del 50% le sue attuali emissioni di CO2. Per questo motivo i propulsori della nuova piccola saranno particolarmente puliti: si potrà scegliere tra due nuovi benzina da 1.0 e 1.2 litri dotati di start&stop e frenata rigenerativa, e più in là arriverà anche una variante totalmente elettrica.

Mitsubishi Concept Global Small - Salone di Ginevra Live 2011
Mitsubishi Concept Global Small - Salone di Ginevra Live 2011
Mitsubishi Concept Global Small - Salone di Ginevra Live 2011
Mitsubishi Concept Global Small - Salone di Ginevra Live 2011

Mitsubishi Concept Global Small - Salone di Ginevra Live 2011
Mitsubishi Concept Global Small - Salone di Ginevra Live 2011
Mitsubishi Concept Global Small - Salone di Ginevra Live 2011
Mitsubishi Concept Global Small - Salone di Ginevra Live 2011

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: