Sconto RC? Solo scegliendo la scatola nera e rispettando altre condizioni

Palazzo Chigi auspica una riduzione del 23%, cosicché gli intestatari di un'assicurazione con premio annuo pari a 1.000 euro finiranno con il pagarne 'solo' 770. L'approvazione del decreto legge è ancora ben lontata dall'essere definita.

traffic_jam

Chi sottoscrive una polizza RCA avrà in futuro l’opportunità di vedersi applicato uno sconto fino al 23%, legato alla sottoscrizione di precise clausole. Questa operazione è funzionale all’abbattimento dei costi gonfiati in maniera artificiale e verrà resa effettiva da un disegno di legge, deviazione necessaria per aggirare l’empasse in cui è piombato il decreto legge Destinazione Italia. Palazzo Chigi ha quindi rivelato che gli intestatari di una polizza con premio annuo pari 1.000 euro potranno beneficiare di una decurtazione a 770 euro. Tale percentuale è determinata da una serie di bonus cumulativi. La Repubblica spiega infatti che

Chi monta la scatola nera ha uno sconto immediato minimo del 7%, sulla media dei prezzi regionali. E’ poi prevista una riduzione del 5% per risarcimento in forma specifica presso carrozzerie convenzionate., mentre chi opta per il divieto di cessione del diritto al risarcimento verrà premiato con uno sconto del 4%. L’ultimo 7% è determinato per prestazioni di servizi medico-sanitari resi da professionisti convenzionati con le imprese assicurative.

Vengono poi introdotte multe salate (da 5.000 a 40.000 euro) per quei professionisti che non forniscono le dovute pubblicità e comunicazione. Questa è la teoria. La pratica è ben diversa, dal momento che il decreto legge deve percorrere un iter molto più accidentato a difficoltoso rispetto al decreto Destinazione Italia. Quest’ultimo deve prima oltrepassare l’ostacolo degli oltre 600 emendamenti, ragion per cui la squadra di governo ha scelto una strada che garantirà un esame più completo ed organico della materia.

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: