Jeep: in programma un crossover di segmento B

Jeep Compass 2011

Jeep si appresta ad ampliare (di molto) verso il basso la sua offerta attuale: come riportato oggi da Autocar, grazie all'alleanza con Fiat, il marchio del gruppo Chrysler offrirà in futuro un inedito mini-SUV, atteso per il 2013. "C'è certamente spazio sul mercato per un crossover Jeep di segmento B", ha affermato testualmente Mike Manley, numero uno del marchio, al Salone di Ginevra.

"Stiamo già lavorando su un progetto in grado di rispondere a quel tipo di bisogno e ci aspettiamo di portare l'auto sui mercati nel 2013". Manley, proseguendo nella descrizione del prodotto, si è soffermato sulla gamma motori, che sarà interamente costituita da unità Fiat: il 1.4 MultiAir e i 1.3 e 1.6 MultiJet II.

Il modello sarà disponibile sia a trazione anteriore che integrale, ma la parte del leone in termini di vendite la svolgerà la prima delle due alternative, naturalmente. Si partirà dunque da una piattaforma del segmento della Punto Evo, ma le quattro ruote motrici sono state definite da Manley "un'assoluta necessità".

Come altri prodotti di questa nicchia, a partire dalla Mini Countryman, anche la piccola Jeep farà delle possibilità di personalizzazione un'arma strategica. Il suo design a quanto pare, è a un buon punto nel cammino verso la sua completa definizione: "Immaginate una versione leggermente rimpicciolita, ammorbidita ed aggiornata dela calandra e dei fari della Wrangler e avrete una buona idea di quello che verrà fuori".

Jeep punta dichiaratamente a rubare una parte del mercato europeo della Nissan Juke e ad attirare una clientela più giovane di quella tradizionale del marchio. "Potrebbe fare faville anche negli USA", ha osservato Manley. "Ci sono pochi precedenti di successo in questo campo, ma crediamo che un prodotto con la forza del brand Jeep sia in grado di diventare molto popolare. Sarà un'auto molto speciale per noi".

  • shares
  • Mail
27 commenti Aggiorna
Ordina: