Italdesign Tex e Go!: intervista a Fabrizio Giugiaro - Salone di Ginevra 2011

fabrizio_giugiaro Definirlo l'inizio di una nuova era per Italdesign non è esagerato: il Salone di Ginevra 2011 ha segnato per Giugiaro l'ingresso in pompa magna nell'ambito del Gruppo Volkswagen, che ha rilevato la maggioranza dell'azienda di Moncalieri lo scorso maggio. E Tex e Go!, le due concept car esposte in prima mondiale in Svizzera, rappresentano il primo frutto concreto dell'Italdesign in mani tedesche. Ne abbiamo parlato con Fabrizio Giugiaro per conoscerle e capirle meglio.

-Fabrizio, innanzi tutto: con quale scopo nascono i vostri due prototipi?

La Tex e la Go! sono sviluppate entrambe tenendo conto di parametri ed esigenze molto concrete, ma sono piuttosto diverse fra loro per le idee su cui nascono: la prima, una proposta di piccola coupé per il marchio Volkswagen, è stata sviluppata con l'obiettivo di creare qualcosa di più vicino alla produzione, per la seconda possiamo invece dire che si tratta di un modello più libero da condizionamenti produttivi immediati.

-Ci parli del loro design?

Le due vetture sono accomunate da un tratto stilistico immediatamente riconoscibile: il frontale. Si tratta di un elemento che sviluppa la tendenza delle Volkswagen di ultima generazione e gli fa compiere un ulteriore passo avanti. Gli ultimi modelli di Wolfsburg di fatto non hanno una vera e propria calandra: il loro muso è contraddistinto da un unico elemento che si sviluppa nel senso della lunghezza e comprende i gruppi ottici.

Per il resto, venendo alla Tex, ci siamo attenuti a quelli che in un certo senso sono i dettami stilistici delle realizzazioni di de' Silva in VW: linee tese, superfici pulite, passaruota marcati, impronta sportiva. Senza tralasciare qualche piccolo richiamo alla prima Scirocco. La Tex nasce sulla piattaforma MQB di Volkswagen ed è stata progettata pensando ad una sua possibile industrializzazione.

Sia lei che la Go! sono lunghe 399 cm, e realizzare una linea gradevole in un packaging così compatto è stata un'altra delle sfide che ci siamo posti come Italdesign. Fare una bella sportiva è un conto, disegnare una piccola attraente un altro.

-Hai menzionato Walter de' Silva. Viene naturale chiederti quale sarà il rapporto tra voi e lui. E soprattutto: non temi una sovrapposizione di competenze all'interno del Gruppo?

Walter è il responsabile del design del Gruppo Volkswagen e noi dipendiamo da lui: l'ultima parola sullo stile delle auto dei vari marchi è la sua.

-E allora come vi collocherete all'interno di Volkswagen? Quale sarà il vostro ruolo operativo?

Il gruppo di Wolfsburg ha un centro stile per ogni singolo marchio, più due centri stile generali che lavorano su tutti i marchi. Noi andremo a costituire il terzo di questi. Come Italdesign abbiamo dunque la possibilità di lavorare sul design di tutti i brand, da Skoda a Bugatti e di avanzare le nostre proposte. Poi il nostro progetto verrà confrontato con quelli degli altri e verrà scelto di volta in volta la migliore.

-Quindi c'è la possibilità di vedere vostre idee con altri marchi, oltre VW? In cosa si concretizzerà il vostro contributo?

L'obiettivo è quello di portare una nuova concept car ad ogni Salone di Ginevra, e sì, non avranno solo il brand VW. Speriamo di farcela perché sviluppare una concept all'anno è un target ambizioso che richiede un grande sforzo economico. Quest'anno siamo riusciti addirittura a portare due proposte in prima mondiale e ne siamo molto orgogliosi.

-Pare comunque di capire che non vi limiterete a studi legati solo allo stile.

No. Nemmeno la Go! lo è: anche lei nasce sulla piattaforma MQB ed anche lei è stata pensata in termini piuttosto concreti. Nonostante le sue libertà stilistiche come le particolari superfici vetrate laterali, con la parte superiore fissa e la piccola sezione inferiore apribile, questo piccolo monovolume è potenzialmente in grado di essere spinto da motori termici, ibridi, ibridi plug-in o completamente elettrici. Proprio grazie all'adozione della piattaforma modulare in questione...

  • shares
  • Mail
29 commenti Aggiorna
Ordina: