Illuminati Seven: la bat-berlina da 1.13 l/100 km

Il collettivo Illuminati Motors partecipò all'Automotive XPRIZE del 2010 con una berlina lunga ed accattivante. Finì seconda, ma venne poi squalificata. Colpa di una frizione difettosa, che la privò di una vittoria altrimenti sicura.

L’Automotive XPRIZE è il nome di una manifestazione organizzata dalla californiana X Prize Foundation, progetto con cui mettere alla prova la fantasia e l’inventiva di chiunque voglia realizzare un’automobile fedele a tre soli principi: che consumi un massimo di 2.35 litri ogni 100 chilometri, che emetta non oltre 125 grammi di CO2 al chilometro e che sia destinata potenzialmente al mercato di massa. Lo spessore di tale appuntamento viene misurato dai premi: chi vince la categoria Mainstream porta a casa ben 5 milioni di dollari, mentre il vincitore della categoria Alternative si deve ‘accontentare’ di 2.5 milioni. All’edizione 2010 partecipò anche il team Illuminati Motor Works.

I suoi componenti schierarono al via una vettura d’aspetto improbabile, con portiere ad ala di gabbiano, lunga quanto un pick up (5.33 metri) e dal frontale simile ad una Porsche 356. La berlina garantisce tuttavia prestazioni di assoluto rilievo: i suoi piloti la portarono a consumare appena 1.96 litri ogni chilometri – misurati secondo il ciclo equivalente (MPGe) –, valore che le valse il secondo posto nella categoria Mainstream. Di tale riconoscimento fu comunque privata: a gara conclusa i giudici stabilirono che non riuscì a compiere lo 0-96 km/h in meno di 15 secondi, requisito necessario affinché la prestazione venisse omologata e per cui fu incolpata una frizione malfunzionante. Tempo qualche mese e partecipò ad una sessione di test privati. La Seven ottenne un risultato sbalorditivo: le bastarono infatti 1.13 litri ogni 100 chilometri.

A livello tecnico adotta il telaio in acciaio, il corpo vettura in fibra di vetro, la trasmissione di una Suzuki Swift del 1997 ed il parabrezza di una Mazda MX-5, mentre il pacco batterie è composto da 99 moduli Thundersky (con potenza di 4.25 volt) ed il motore elettrico sviluppa oltre 200 CV. Le prestazioni velocistiche sono altrettanto sorprendenti: raggiunge infatti una velocità massima superiore a 200 km/h ed accelera da 0 a 96 km/h in appena 6.2 secondi. L’autonomia è di oltre 300 chilometri. L’auto ha partecipato nei giorni scorsi ad un evento a New York, motivo per cui la sua vicenda è tornata d'attualità.

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: