Subaru WRX STi al Salone di Detroit 2014

Per gli amanti dei rally è una sorta di vettura feticcio. Per tutti gli altri è semplicemente la Subaru WRX STi, berlina d'impostazione sportiva ed equipaggiata con un motore boxer da 310 CV. Nuovo il sistema di trazione integrale.

Subaru completa la famiglia WRX ed introduce l’attesa variante STi, berlina-feticcio ed oggetto con il quale tutti gli amanti dei rally possono alimentare i rispettivi desideri. La tre volumi delle Pleiadi si riconosce ovviamente per l’abbinamento cromatico fra la vernice WR Blue ed i cerchi in lega oro, di marca BBS, realizzati in alluminio forgiato (di serie sulle Launch Edition e Limited) ed ampi 18 pollici; vestono pneumatici 245/40. La taratura delle sospensioni è dedicata, come anche il rapporto di demoltiplicazione dello sterzo: i tecnici del reparto STi hanno optato per un rapporto di 13.0:1 (2.5 giri da un estremo all’altro), valore decisamente più contenuto rispetto al 14.5:1 (2.8 giri) della più tranquilla Subaru WRX. Il telaio viene irrigidito.

Il motore è un quattro cilindri boxer da 2.5 litri, sovralimentato con turbo e con doppio sistema per l’alzata delle valvole. Sviluppa 310 CV a 6.000 giri/minuto e 393 Nm a 4.000 giri/minuto. La trasmissione è manuale a 6 rapporti e prevede un sistema di tipo hill holding (Start Assist). Debutta poi il nuovo sistema Subaru Intelligent Drive (SI-DRIVE), che permette al conducente di scegliere quale carattere attribuire all’auto fra i tre previsti: le modalità Intelligent, Sport e Sport Sharp vanno selezionate attraverso una ghiera presente sul tunnel centrale. La trazione integrale Subaru Symmetrical All-Wheel Drive è qui configurata nella versione Multi-Mode Driver Controlled Center Differential (DCCD).

Prevede un differenziale centrale a slittamento limitato, indirizza la coppia sui due assi nello schema 41:59 e restituisce tre opzioni, compresa quella manuale: il conducente può in tal modo selezionare quale bloccaggio scegliere fra i sei previsti del differenziale centrale. L’abitacolo si rivela tecnologico e curato, spazioso ed anche funzionale: il divanetto posteriore è ad esempio abbattibile nella proporzione 40/60, mentre la capacità del bagagliaio aumenta di 20 litri (340) rispetto alla generazione uscente. Optional lo schermo centrale da 6.1 pollici – il display di serie ne misura 3.5 –, mentre di serie vengono offerti il climatizzatore bizona, la connettività iPod/iPhone, il lettore CD/MP3 e la radio satellitare Sirius. Optional invece i sedili elettrici, l’impianto audio Harmann Kardon ed il tetto apribile. E' presente al salone di Detroit.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: