Cadillac ATS Coupé al Salone di Detroit 2014

Il due litri sviluppa 276 CV ed eroga 400 Nm. E' abbinato ad una trasmissione manuale a 6 rapporti o all'automatico Hydramatic, in aggiunta al differenziale bloccante posteriore di tipo meccanico.

Cadillac ATS Coupé

La Cadillac ATS Coupé ha esordito nelle scorse ore durante il salone di Detroit e si inserisce fra le due porte di segmento D, nicchia oggi dominata dalle varie Audi A5, BMW Serie 4 e Mercedes Classe C Coupé. Gli stilisti del marchio hanno disegnato una vettura elegante e ricercata, dal baricentro basso, i cui elementi di natura tecnica non privano il conducente del piacere legato alla guida: la massa è infatti distribuita al 50/50 sui due assi, a disposizione vi sono la trazione posteriore o integrale e le sospensioni hanno geometria MacPherson e multilink (con cinque bracci).

Il servosterzo elettrico è del tipo ad assistenza variabile, viene proposto un differenziale autobloccante di tipo meccanico e non mancano le sospensioni sportive Magnetic Ride, che gestiscono la risposta degli ammortizzatori in maniera istantanea e secondo la condizioni del manto stradale. Le misure della ATS Coupé restano al momento sconosciute. Sappiamo tuttavia che il passo è lungo quanto sulla berlina (2.775 mm), valore che dovrebbe rivelarsi a vantaggio della capacità interna: nel lussuoso abitacolo troveranno comodamente posto quattro occupanti. La vettura destinata al nostro paese sarà in vendita con il solo 2.0 benzina, turbo, per cui viene dichiarata una potenza massima di 276 CV ed una coppia di 400 Nm.

Il quattro cilindri è ad iniezione diretta, adotta la soluzione della fasatura variabile e lavora in simbiosi con una trasmissione manuale a 6 velocità, ma in opzione è previsto l’automatico Hydramatic (anch’esso a 6 marce). Negli Stati Uniti può essere ordinato anche un V6 da 3.6 litri. La Cadillac ATS Coupé mette a disposizione pressoché tutti i principali contenuti in materia di sicurezza ed assistenza alla guida, come il Forward Collision Alert, il sistema di allerta per l’angolo cieco (Side Blind Zone Alert), il sistema che riconosce i cartelli stradali (Traffic Sign Recognition), il cruise control attivo ad ogni velocità, l’Head-Up display ed il sistema di frenata automatica. Debutta infine il nuovo logo.

  • shares
  • Mail