Rubano l'auto a noleggio? Le addebitano 47.000 dollari sulla carta di credito

La vicenda si è verificata in Canada. Vittime due coniugi di Dartmouth, al ritorno da una vacanza negli Stati Uniti. Il titolare dell'auto noleggio li considera responsabili del furto, quindi gli addebita il costo dell'auto sulla carta di credito.

enterprise_car_rental

Lo scorso ottobre Kristen Cockerill affittò una Ford Mustang GT convertibile presso un centro dell’operatore Enterprise. Lei ed il marito – canadesi di Dartmouth – si erano recati per qualche giorno di vacanza nel South Shore, sulla costa ovest degli Stati Uniti. Giunti nuovamente a casa, di domenica, si recano come previsto a riconsegnare l’auto. Il centro è chiuso, ma ai due coniugi era stato riferito di parcheggiare lungo un'adiacente strada e di inserire le chiavi all’interno di un’apposita gabbietta. L’operazione si svolge nel modo concordato, ma alla riapertura del centro l’auto è sparita!

Il titolare dell’attività chiama preoccupato la sua cliente, che ovviamente si dimostra estranea all’accaduto. Si reca quindi a sporgere denuncia, tutelandosi allo stesso tempo in maniera decisamente invadente e sgradita: addebita sulla carta di credito della signora Cockerill l’intero costo della vettura, pari a 47.000 dollari (quasi 35.000 euro). La cliente ha accolto tale misura con estremo stupore e scetticismo. E’ infatti convinta che la responsabilità sull’auto non fosse al momento sua, proprio perché l’aveva riconsegnata al proprietario. Quest’ultimo – è evidente – non si dichiara concorde.

Superfluo precisare che Cockerill non ha al momento la cifra richiesta sul proprio conto corrente. La vicenda si risolverà all’interno di un’aula di tribunale.

  • shares
  • Mail