Video: Autocar prova l’Aston Martin Rapide da corsa

Perde mezza tonnellata ma non l’aplomb. Questione di classe. E di cambio, perché il sei rapporti automatico (mutuato dalla Rapide standard) non si rivela certo indicato per l’utilizzo in pista. Ma poco importa, perché l’impegno agonistico dell’ammiraglia Aston Martin è puramente subordinato ad esigenze di marketing senza alcuna ambizione di classifica. Autocar ha percorso alcuni

Perde mezza tonnellata ma non l’aplomb. Questione di classe. E di cambio, perché il sei rapporti automatico (mutuato dalla Rapide standard) non si rivela certo indicato per l’utilizzo in pista. Ma poco importa, perché l’impegno agonistico dell’ammiraglia Aston Martin è puramente subordinato ad esigenze di marketing senza alcuna ambizione di classifica. Autocar ha percorso alcuni giri al volante della Rapide utilizzata durante la scorsa 24 Ore del Nurburgring e guidata – fra gli altri – dall’amministratore delegato Ulrich Bez. L’ammiraglia di Gaydon viene lodata per la stabilità (grazie al passo lungo) e l’ampia disponibilità di grip assicurata dalle gomme Yokohama su cerchi in lega da “soli” 18 pollici. Nessuna modifica per il V12 6.0 da 480 CV, mentre l’abitacolo risulta privo di pelle e legnami sostituiti dal grezzo roll-bar.

Ultime notizie su Berline

Le auto berline: notizie sulle auto con carrozzeria (tipicamente) a 3 volumi e 4 porte, con le novità, le prove su strada, i prezzi, le schede tecniche e le guide d'acquisto.

Tutto su Berline →