Volkswagen interessata alla fabbrica di Arese

museo storico Alfa Romeo, Arese

Volkswagen potrebbe acquistare gli stabilimenti Alfa Romeo di Arese. Questa l'indiscrezione che in queste ore scuote, per l'ennesima volta, i destini del marchio del biscione e che riporta prepotentemente alla ribalta la possibilità di veder ceduto al gruppo VAG uno dei brand più discussi del gruppo Fiat. Nelle ultime settimane le dichiarazioni di Sergio Marchionne sono state evasive, dopo ripetute smentite circa le trattative con Volkswagen per l'acquisto di Alfa Romeo, ma è chiaro che i tedeschi stanno cercando in ogni modo di aggiungere una perla alla loro collezione di marchi, messa insieme in questi anni.

La notizia prende vita dopo che, nell'estate scorsa, una delegazione del gruppo VAG ha incontrato il governatore della Lombardia Formigoni, per valutare le possibilità di investire nella regione ed ottenere finanziamenti agevolati. Ovviamente l'area interessata è proprio quella dove, un tempo, nascevano le vetture Alfa Romeo e suona proprio come una manovra di avvicinamento, nell'ottica di una cessione di ben più ampia portata.

La riqualificazione di Arese potrebbe quindi avvenire per mano tedesca, magari trasformando il vecchio sito produttivo in un nuovo polo d'immagine, un po' come accaduto qualche anno fa con Lamborghini ; potrebbe essere l'occasione per rinnovare anche il museo della casa e riportare in unico luogo produzione, centro stile e quartier generale del marchio. Basta poco per immaginare anche la trasformazione radicale della gamma Alfa, con l'ormai sconfinata banca organi VAG a disposizione, ma sono di oggi le dichiarazioni ufficiali circa il futuro di Mirafiori e la volontà di produrre a Torino i futuri modelli Alfa Romeo con tecnologia comune al gruppo Chrysler. Difficile, per ora, capire come realmente andranno le cose, ma è certo che Volkswagen non smetterà di "corteggiare" il Biscione.

Via | Quattroruote

  • shares
  • Mail
112 commenti Aggiorna
Ordina: