Toyota: le auto ecologiche che hanno partecipato al Future Car Challenge

Tre settimane fa, il RAC, l’Automobile Club britannico, ha organizzato la prima edizione del Future Car Challenge, un evento riservato alle auto ecologiche che molto probabilmente si ripeterà in futuro con cadenza annuale. La “gara” è stata appannaggio dei costruttori tedeschi, che con la Volkswagen Golf blue-e-motion, la BMW 320d Efficient Dynamics e la Mercedes

Tre settimane fa, il RAC, l’Automobile Club britannico, ha organizzato la prima edizione del Future Car Challenge, un evento riservato alle auto ecologiche che molto probabilmente si ripeterà in futuro con cadenza annuale. La “gara” è stata appannaggio dei costruttori tedeschi, che con la Volkswagen Golf blue-e-motion, la BMW 320d Efficient Dynamics e la Mercedes Classe B F-Cell hanno sbancato, ma anche Toyota è stata della partita.

Il costruttore nipponico, in particolare, ha presenziato al Future Car Challenge (un’economy run da Brighton a Londra) con la nuova Auris HSD, tutte e tre le generazioni della Prius, una Prius Plug-In e la FCHV-adv, un prototipo a fuel cell presentato nel 2008. La casa nipponica ha colto l’occasione per festeggiare i 10 anni della Prius, già celebrati peraltro proprio in Gran Bretagna con la serie speciale 10th Anniversary.

La filiale britannica del costruttore ha inoltre organizzato una gara nella gara, mettendo a confronto otto equipaggi su altrettante Auris HSD nell’ambito del Toyota Nations Challenge, che ha visto contrapporsi le rappresentative di Inghilterra, Scozia, Galles e Irlanda del Nord.

I Video di Autoblog