De Tomaso: produzione a Termini Imerese entro fine 2011

Le anticipazioni di fine agosto sul possibile acquisto di Termini Imerese da parte di De Tomaso trovano oggi una prima importante conferma: il Ministro dello Sviluppo Economico Paolo Romani, il numero uno della casa Gian Mario Rossignolo e il Governatore della Regione Sicilia Raffaele Lombardo si sono incontrati per perfezionare l’acquisizione della fabbrica da parte


Le anticipazioni di fine agosto sul possibile acquisto di Termini Imerese da parte di De Tomaso trovano oggi una prima importante conferma: il Ministro dello Sviluppo Economico Paolo Romani, il numero uno della casa Gian Mario Rossignolo e il Governatore della Regione Sicilia Raffaele Lombardo si sono incontrati per perfezionare l’acquisizione della fabbrica da parte dell’imprenditore. E l’incontro ha avuto esito decisamente positivo.

Lo stabilimento siciliano ha dunque buone possibilità di evitare una delicata riconversione produttiva, continuando a produrre auto anche in futuro. Secondo quanto annunciato oggi stesso dal Ministro Romani, “la proposta di Rossignolo sembra la più consona alla tipologia dello stabilimento e dell’occupazione”.

La produzione De Tomaso, se tutto dovesse andare secondo i piani, potrebbe partire già a dicembre 2011, nel momento stesso dell’uscita di scena della Fiat, che proprio alla fine dell’anno prossimo abbandonerà la fabbrica siciliana. Nei piani di Rossignolo, chiaramente, non c’è un utilitaria come l’attuale Lancia Ypsilon, bensì una produzione di alta gamma. Ciononostante si ritiene di poter evitare del tutto i temuti esuberi.

Il Ministro Romani ha proseguito: “Rossignolo ci è sembrato entusiasta. Il suo progetto industriale sta in piedi e lo verificheremo. La stessa Fiat si è dimostrata collaborativa”. Il Ministero sta già lavorando al fianco di De Tomaso per portare a termine l’iniziativa industriale. Lo scorso gennaio, Rossignolo parlò di una produzione annua a regime pari a circa 8000 unità: 3000 berline, 3000 crossover e 2000 coupé.

Anche la FIOM ha mostrato una cauta apertura di fronte alla possibile entrata in scena di Rossignolo: “Le parole del Ministro aprono spazi più concreti sulle prospettive dello stabilimento”, ha dichiarato Giovanna Marano, segretario della FIOM siciliana.

Via | Corriere

Ultime notizie su Anticipazioni

Anticipazioni, bozzetti e foto spia delle auto in arrivo nei prossimi anni

Tutto su Anticipazioni →