Honda: Fit EV Concept elettrica e la piattaforma Ibrida Plug-in

Honda presenta la Fit EV Concept al salone di Los Angeles, un prototipo elettrico derivato dalla Fit, conosciuta in Europa come Jazz. La vettura rientra all’interno del progetto Honda Electric Mobility Network, del quale fa parte anche l’inedita piattaforma plug-in Hybrid, svelata nella medesima occasione. La Fit EV Concept è, di fatto, un modello già

di Ruggeri


Honda presenta la Fit EV Concept al salone di Los Angeles, un prototipo elettrico derivato dalla Fit, conosciuta in Europa come Jazz. La vettura rientra all’interno del progetto Honda Electric Mobility Network, del quale fa parte anche l’inedita piattaforma plug-in Hybrid, svelata nella medesima occasione.

La Fit EV Concept è, di fatto, un modello già pronto per la produzione, infatti la sua commercializzazione in America e Giappone è già stata fisssata per il 2012, quando anche i modelli plug-in Hybrid saranno disponibili. Esteticamente propone la nuova colorazione Deep Clear Blue Pearl, ma sopratutto introduce nuove luci Led, paraurti modificati ed un frontale rivisto, probabili anticipazioni del restyling del modello, in vista dell’introduzione della versione elettrica.

La Fit EV mantiene i 5 posti del modello originale ed il suo motore elettrico deriva da quello utilizzato dalla FCX Clarity Fuel Cell: la velocità massima della vettura è di 145 km/h e l’autonomia, secondo gli standand americani EPA, varia da 110 a 160 km in base al percorso. Per ottimizzare prestazioni ed efficienza, è possibile scegliere tra le modalità Econ, Normal e Sport, con un comando analogo a quello già offerto sulla CR-Z. Pur non fornendo dati specifici, Honda dichiara che la modalità sport consente accelerazioni paragonabili ad un 2 litri benzina, mentre la modalità Econ permette di aumentare l’autonomia del 17% rispetto alla posizione Normal e del 25% rispetto alla Sport.

Honda Fit EV Concept
Honda Fit EV Concept
Honda Fit EV Concept
Honda Fit EV Concept

Il sistema multimediale di bordo consentirà inoltre di collegarsi alla vettura in remoto tramite smartphone o computer, per verificare lo stato di carica, abilitare la carica stessa e gestire la climatizzazione a veicolo fermo. La possibilità di collegarsi ad internet dalla vettura consente inoltre di verificare la presenza di punti di ricarica per ottimizzare l’autonomia e programmare il percorso secondo le proprie esigenze: la ricarica avviene in 12 ore utilizzando prese da 120 Volt e meno di 6 ore utilizzando quelle da 240 Volt.

Honda Fit EV Concept
Honda Fit EV Concept

Per quanto riguarda invece la piattaforma Ibrida Plug-In, Honda ha svelato un inedito pacchetto tecnologico composto da un propulsore 2 litri i-Vtec a ciclo Atkinson con trasmissione E-CVT a variazione continua ed un motore elettrico da 12o Kw, abbinato a batterie al litio da 6 kwh. Il sistema può lavorare in modalità esclusivamente elettrica con una autonomia di circa 25 km ed una velocità massima di 100 km/h, con tempi di ricarica di circa 2,5 ore con corrente 120 Volt, ed 1,5 ore con corrente 240 Volt, oltre al sistema di recupero d’energia in frenata.

Honda Plug-in Hybrid
Honda Plug-in Hybrid
Honda Plug-in Hybrid
Honda Plug-in Hybrid

La vettura può ovviamente funzionare anche in modalità ibrida, utilizzando ambedue i propulsori, oppure in modalità Direct Drive, per la guida autostradale, dove il solo motore endotermico fornisce potenza all’asse anteriore. Honda ha creato questo sistema pensando ad una classica berlina media, utilizzata prevalentemente per piccoli spostamenti quotidiani in modalità elettrica e sporadici viaggi ad ampio raggio, dove viene utilizzato maggiormente il propulsore tradizionale.

I Video di Autoblog