Germania: gli automobilisti stranieri pagheranno il transito sulle autostrade

Cambiano le regole che regolamentano le Autobahn; ma i prezzi rimarranno modici.

Nuovo esecutivo, nuove normative: uno dei primi risultati della neonata coalizione di governo tedesca fra cristianodemocratici e i socialdemocratici è l’introduzione del pedaggio autostradale per automobilisti stranieri. Le pressioni arrivate dai cristiano-sociali bavaresi, appoggiati dalla stessa Merkel, hanno fatto la differenza, traghettando il progetto di legge verso una definitiva approvazione. I circa 13.000 km di Autobahn che coprono la Germania sono attualmente gratuiti per tutti, cittadini stranieri inclusi. Ma la situazione cambierà nel giro di pochi giorni.

La questione nasce dal fatto che i bavaresi che adoperano le autostrade austriache o svizzere sono soggetti al pagamento di un bollo annuale per il transito sulle stesse. Ecco quindi che, per rispondere “a tono”, nel 2014 verrà introdotto in Germania un nuovo bollo autostradale che (solo) i cittadini tedeschi potranno detrarre dalle tasse. Un’iniziativa che ha suscitato subito delle reazioni forti: già da domani, 1° dicembre, in Austria entrerà in vigore l’obbligo di bollino adesivo da parabrezza (costo di 8.50 euro per quello giornaliero, 82 euro per quello annuale) anche per i tratti autostradali che finora erano gratuiti proprio perché considerati di confine ed attraversamento con la Baviera.

I tedeschi non l’hanno presa bene: per domattina è stato annunciato un blocco autostradale al punto di confine di Kufstein, appoggiato da associazioni automobilistiche e sostenuto da politici locali bavaresi. E tutto questo nell’attesa di un’eventuale reazione svizzera, che probabilmente non tarderà ad arrivare. A noi italiani, che le autostrade le abbiamo sempre pagate, la questione fa sorridere: dati gli importi in gioco, sembra di trovarsi di fronte ad una braccio di ferro politico ed ideologico più che ad un vero “tema sociale”. Per andare da Milano a Reggio Calabria sulle nostre autostrade servono poco meno di 55 euro. Il che significa che l’andata ed il ritorno della suddetta tratta costano insieme più di quanto tedeschi ed austriaci spenderebbero in un anno per il pedaggio sulle loro autostrade; e ciò senza considerare la differenza nella qualità del servizio…

I Video di Autoblog