Subaru: la BRZ convertibile non è prevista

Motivazioni di natura tecnica e legate alla sicurezza suggeriscono a Subaru di rinunciare alla BRZ convertibile. Nemmeno Toyota sembra però convinta di realizzare una GT 86 priva di tetto.


La Subaru BRZ non verrà proposta in variante open-top. L’indicazione giunge da Yasuyuki Yoshinaga, responsabile del marchio giapponese, che ha addotto motivazioni di natura tecnica. “I nostri ingegneri mi hanno spiegato che l’eliminazione del tetto richiede un aggiornamento pressoché completo della struttura – il suo commento, concesso ad AutomotiveNews –. Sarebbe un’operazione decisamente complicata”. Il manager ha poi risposto alla domanda sul perché Toyota stia invece lavorando al progetto.

“La richiesta nei confronti del modello è particolarmente sostenuta in Nord America – prosegue Yoshinaga –. Capisco quindi le loro istanze, ma da parte nostra ci sarebbe anche la volontà di rispettare i meno permissivi standard di sicurezza vigenti in Giappone”. Yoshinaga non ha poi commentato sulla possibile introduzione di una variante con motore turbo. Il prototipo della Toyota GT 86 cabrio è stato nuovamente esposto nello scorso mese di marzo. Successive indiscrezioni rivelano tuttavia che i vertici dell’azienda non sarebbero poi così sicuri di tradurla in serie, giustificando tale decisione con motivazioni di natura economica: i costi sono ritenuti troppo elevati in funzione del regime produttivo, inevitabilmente contenuto.

Ultime notizie su Subaru

La Subaru è un’azienda automobilistica giapponese, fondata il 7 luglio 1953 da Kenji Keta, l’amministratore delegato di FIH (Fuji Heavy Industries). Il m [...]

Tutto su Subaru →