La Model S va a fuoco? Il proprietario ringrazia Tesla per essere ancora vivo

Il conducente di una Tesla Model S non vede un piccolo rimorchio e lo investe, causando gravi danni all’impianto elettrico. L’automobile andrà poi in fiamme, non prima di aver segnalato l’imminente pericolo.

La Tesla Model S è considerata una fra le automobili più sicure al mondo. Questo riconoscimento le è stato attribuito dall’ente nazionale per la sicurezza stradale statunitense (NHTSA), che nello scorso mese di agosto le assegnò valutazioni più che lusinghiere nei tradizionali test d’impatto. Juris Shibayama è uno fra i primi automobilisti a confermare la validità tanto dei giudizi quanto dei collaudi. E’ infatti l’ex proprietario di una Model S andata a fuoco, talmente soddisfatto e riconoscente da aver voluto ringraziare la società californiana per aver dato origine ad una vettura capace di salvargli la vita.

L’episodio si è verificato la settimana scorsa. Shibayama risiede nel Tennessee e stava guidando verso casa, lungo una strada interstatale ed alla velocità di circa 110 km/h. All’improvviso si è trovato di fronte un piccolo rimorchio, fermo in mezzo alla carreggiata. La Tesla Model S seguiva in quel momento un mezzo pesante, ragion per cui il suo conducente non ha saputo schivare l’ostacolo. Il carrello è stato investito con tanta violenza da formare una conca nell’asfalto, causando un guasto all’impianto elettrico. L’automobile ha tuttavia continuato a procedere.

Dopo 30-45 secondi è tuttavia comparso un messaggio d’avviso, secondo cui “l’automobile dev’essere portata in assistenza. Potrebbe non riavviarsi”. Shibayama ha tuttavia continuato a guidare, sperando di poter giungere a casa. Tempo un altro minuto ed il computer di bordo ha invitato a spegnere il motore, perché di lì a poco l’auto sarebbe andata in protezione. Il conducente si è quindi comportato nella maniera dovuta: ha accostato, preso tutti i suoi oggetti personali e si è allontanato, poco prima che la Model S iniziasse a prendere fuoco. Shibayama ha dunque scritto una lettera di ringraziamento ed assicurato che ne acquisterà un secondo esemplare.

Ultime notizie su Auto Elettriche

Tutto su Auto Elettriche →