Car2go: come funziona, prezzi e prova su strada

Attualmente è presente solamente a Milano, ma nel 2014 arriverà anche a Roma ed in altre città italiane

a:2:{s:5:"pages";a:3:{i:1;s:0:"";i:2;s:34:" Car2go: la nostra prova su strada";i:3;s:23:"Car2go: la Smart fortwo";}s:7:"content";a:3:{i:1;s:5357:"Guarda la fotogallery del Car2go
Arrivato la scorsa estate, precisamente ad agosto, Car2go sta già avendo un discreto successo a Milano: oltre 50.000 iscritti in poco più di due mesi, tanto da risultare la miglior start-up del servizio di car sharing, già attivo in 24 città nel panorama mondiale ed in espansione, ed aumentare la flotta a 600 vetture. In Italia è attualmente presente solamente nel capoluogo lombardo, ma arriverà a Roma nel primo trimestre del 2014 e verrà espanso anche a Bologna e Firenze (forse già l’anno prossimo), con un’idea di coprire anche Genova successivamente.
Guarda la fotogallery del Car2go
Guarda la fotogallery del Car2go
Guarda la fotogallery del Car2go
Guarda la fotogallery del Car2go
Il funzionamento è piuttosto facile: bisogna iscriversi al servizio sul sito, al costo di 19 euro, per andare a ritirare la tessera di membro di car2go in Porta Ticinese, poi si scarica l’apposita app per smartphone e si trova l’auto disponibile più vicina, potendola anche prenotare gratuitamente per 30 minuti. Una volta raggiunta la vettura, si posiziona la tessera davanti al lettore per aprire la macchina, con la chiave di accensione già all’interno. Si inserisce il proprio PIN sul touch screen all’interno del mezzo e si può iniziare a circolare.
Guarda la fotogallery del Car2go
Guarda la fotogallery del Car2go
Guarda la fotogallery del Car2go
Guarda la fotogallery del Car2go
Il costo del noleggio è di 29 centesimi al minuto (assicurazione e carburante compresi), con un prezzo orario di 14,90 euro e giornaliero di 59 euro: appena si raggiungono i 59 euro di consumo viene automaticamente passata la tariffa giornaliera e, dunque, è quello il tetto massimo di spesa al giorno. Si può accedere gratuitamente nelle zone di Area C e si può parcheggiare liberamente sulle strisce blu e gialle, senza costi aggiuntivi. Una volta concluso il proprio tragitto, la vettura può essere parcheggiata ovunque (dove consentito) all’interno dell’area operativa.
Guarda la fotogallery del Car2go
Guarda la fotogallery del Car2go
Guarda la fotogallery del Car2go
Guarda la fotogallery del Car2go
Si scende dalla vettura, lasciando le chiavi nell’apposita locazione all’interno del mezzo, si passa la tessera nuovamente sul lettore e termina così il noleggio. Se un utente vuole parcheggiare la vettura, ma ritrovarla dopo aver completato le proprie attività, basta selezionare ‘interrompere il viaggio’ sul touchscreen e chiudere l’auto con la chiave e non con la tessera. In questo caso, l’utente continuerà a pagare la tariffa completa (al minuto, oraria o giornaliera) per tutto il periodo in cui la vettura resta indisponibile per altri automobilisti.

";i:2;s:5792:"

Car2go: la nostra prova su strada

Guarda la fotogallery del Car2go
Abbiamo avuto l’occasione di provare questo servizio nei giorni scorsi, in occasione di Citytech, il convegno milanese sulla mobilità alternativa. Ci siamo registrati in una decina di minuti, inserendo i nostri dati sull’apposito terminale, presentando la patente ed una carta di credito all’addetto Car2go, per ricevere la nostra tessera di membro del servizio di car sharing. Siamo arrivati alla vettura, una classica Smart fortwo con navigatore e sedile in pelle, abbiamo passato la tessera sul lettore, inserito le chiavi ed il PIN e siamo partiti.
Guarda la fotogallery del Car2go
Guarda la fotogallery del Car2go
Guarda la fotogallery del Car2go
Guarda la fotogallery del Car2go

Operazioni facili e guidate, senza complicazioni, potendo avviarci in meno di un minuto. Non vi parliamo delle sensazioni di guida, visto che non era un test drive della Smart, però possiamo dire che la vettura biposto è ideale per spostarsi in una città come Milano, sia per districarsi nel traffico che per avere meno difficoltà per parcheggiare. Un appunto sul sistema di navigazione: il touch screen è un po’ lento, così come il navigatore stesso, per cui la mappa si aggiornava in ritardo o la comunicazione di svolta arrivava, in alcuni casi, quando era troppo tardi per effettuarla senza pericoli.
Guarda la fotogallery del Car2go
Guarda la fotogallery del Car2go
Guarda la fotogallery del Car2go
Guarda la fotogallery del Car2go
Abbiamo effettuato un test nel percorso tra Via Procaccini e Via Ponte Nuovo, cioè attraversando una parte della città, per un totale di 8 chilometri: con la vettura ci abbiamo impiegato circa 40 minuti, in un orario di traffico medio (attorno alle 16), per una spesa di poco più di 11 euro. Lo stesso percorso l’avevamo fatto la mattina con i mezzi pubblici: il tempo necessario (due cambi di autobus ed un tratto in metropolitana) era stato di un’ora, ovviamente con la spesa di 1.50 euro, cioè il costo del biglietto urbano.
Guarda la fotogallery del Car2go
Guarda la fotogallery del Car2go
Guarda la fotogallery del Car2go
Guarda la fotogallery del Car2go
Lo stesso percorso in taxi, utilizzando le tariffe ufficiali del Comune di Milano, ha un costo minimo di 11.44 euro, tra tragitto e costo iniziale di servizio, in orario diurno e feriale (13.44 € diurno festivo, 14.44 € notturno), a cui bisogna aggiungere gli extra in base al traffico trovato ed al tempo impiegato. La chiusura del noleggio è stata facile come l’inizio: si parcheggia e si spegne l’auto, si clicca su ‘fine noleggio’ sul touchscreen, si inserisce la chiave nell’apposita locazione (di fianco al touchscreen) e si chiude la vettura facendo passare la tessera sul lettore.

";i:3;s:1357:"

Car2go: la Smart fortwo

Guarda la fotogallery del Car2go
Come detto, la vettura utilizzata è una Smart fortwo, con motore benzina da 52 kW (72 CV) e 92 Nm di coppia massima, con cambio automatico, ed il classico equipaggiamento di serie, con l’aggiunta del navigatore satellitare e dei sedili in pelle. Per quanto riguarda l’allestimento, sono previsti airbag lato guida e passeggeri, chiusura centralizzata automatica alla partenza, immobilizzatore, ESP, ABS, climatizzatore con preselezione automatica della temperatura e radio.

La Smart fortwo, dotata della funzionalità Start&Stop attivabile con l’apposito pulsante Eco, ha un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 13.7 secondi ed una velocità massima di 145 km/h. I consumi annunciati dal marchio del gruppo Daimler sono di 4.2 litri di carburante ogni 100 chilometri nel ciclo combinato, con emissioni di CO2 pari a 97 g/km. Il prezzo attuale sul mercato di questo modello è pari a 11.690 euro (messa su strada inclusa).";}}

  • shares
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina: