A123 sta lavorando a batterie quattro volte più capaci

Elemento cardine è il Solid Polymer Ionic Liquid, un elettrolita grazie al quale le batterie potranno garantire una densità di 800 wattora per chilo (in luogo degli attuali 200).

Le batterie del futuro potrebbero garantire un’autonomia superiore di 4 volte rispetto agli accumulatori odierni. È l’obiettivo cui tendono A123 e la start-up SolidEnergy, impegnate nello sviluppare una tecnologia che possa rendere le batterie ancor più valide e capaci. Basti sapere che un odierno accumulatore restituisce 200 wattora per chilogrammo. I ricercatori vogliono invece sviluppare impianti da 800 wattora, grazie ai quali un’utilitaria come ad esempio la Chevrolet Spark EV possa aumentare la propria autonomia dalle odierne 82 miglia (132 chilometri) a 328 miglia (528 chilometri).

Tale miglioramento verrà garantito da uno speciale elettrolita, denominato Solid Polymer Ionic Liquid (SPIL), che rende inoltre la batteria più flessibile e versatile: garantisce un arco d’utilizzo compreso fra -40° e +250° Celsius, decisamente più esteso rispetto agli accumulatori oggi in commercio. I risultati dei test verranno comunicati sul finire del 2014. A123 fornisce le batterie per automobili quali la già citate Chevrolet Spark EV e la Fisker Karma, oltre ad aver equipaggiato le McLaren della stagione 2009. L’azienda è stata recentemente colpita da una bancarotta, cui ha rimediato Wanxiang America.

Ultime notizie su Auto Elettriche

Tutto su Auto Elettriche →