In Malesia sequestrate 11 fra Lamborghini e Ferrari

Il governo malese tiene alte le tasse sulle automobili con il preciso intento di ridurre il debito pubblico. Qualche appassionato prova così ad aggirare la norma.


Il corpo di polizia malese ha sequestrato undici fra Lamborghini e Ferrari ad un appassionato locale, colpevole di aver eluso il fisco immatricolando le vetture negli Stati Uniti. Il furbetto ha provato in tal modo ad aggirare i salatissimi obblighi economici vigenti nello stato asiatico, introdotti per regolamentare l’immatricolazione di tutte le automobili (non solo di lusso). Le immagini provengono dal sito Anak Sungai Derhaka e ritraggono le Ferrari 430 Scuderia, 458 Italia e 458 Spider e le Lamborghini Aventador, Gallardo, Gallardo Superleggera, Murcielago e Murcielago Superveloce. La scarta qualità delle fotografie non ci permette di valutare quali siano i restanti tre modelli.

L’appassionato riceverà indietro il maltolto non appena salderà il proprio debito. E’ quindi obbligato a saccheggiare il proprio conto bancario, dal momento che in Malesia una vettura e di cilindrata superiore a 2.5 litri viene tassata del 105% sul prezzo di listino! Le aliquote non sono meno severe al ridursi dei centimetri cubici: tutte le automobili con motore fino ad 1.8 litri ricevono un’imposizione del 75%, da 1.8 litri a 2.0 litri dell’80% e da 2 litri a 2.5 litri del 90%. Stesso destino tocca anche ai monovolume ed ai 4×4. Capita pertanto che una Toyota Prius sia in vendita all’equivalente di 32.300 euro, quando in Giappone è proposta all’equivalente di 18.500 euro.

Nello scorso mese di giugno un ministro del governo ha esplicitamente negato di voler rivedere le dinamiche della tassazione, resa tanto elevata in quanto principale elemento con cui ridurre il debito pubblico (al 56%): Mustapa Mohamed, titolare del dicastero del commercio, si infatti chiesto dove trovare altrimenti l’equivalente del miliardo e 570 milioni di euro garantito annualmente da un tassazione così severa. Le imposte non gravano solo su automobili d’importazione, ma anche sui modelli prodotti in loco. È sufficiente sapere che l’Honda Jazz Hybrid era in vendita fino a qualche mese fa all’equivalente di 18.500 euro. Il prezzo della sua sostituta – costruita in Malesia – era sì equivalente ai nostri 17.500 euro, ma gli acquirenti hanno dovuto rinunciare ai quattro airbag, ai freni posteriori ed alla funzione sportiva del cambio automatico – contenuti prima offerti di serie.

Un furbetto malese non paga le dovute tasse. Il governo lo punisce
Un furbetto malese non paga le dovute tasse. Il governo lo punisce

Ultime notizie su Curiosità

Abbiamo raccolto le notizie le più strane, i video i più divertenti e le auto più originali: scopri con noi le curiosità del mondo automobile e condividi con noi i tuoi aneddoti insoliti.

Tutto su Curiosità →