Aeromobil 2.5: dalla Slovacchia un nuovo aereo-automobile

L'Aeromobil 2.5 pesa 450 chili, ha un'apertura alare di 8.2 metri ed un utilizza un motore di produzione aeronautica, alimentabile però con normale benzina. Anticipa i contenuti della versione 3.0, destinata alla serie.

L’imprenditore slovacco Štefan Klein ha completato un primo esemplare dell'Aeromobil 2.5, potenziale avversario della Terrafugia Transition e quindi veicolo dalle caratteristiche ibride fra un’automobile ed un aereo ultra-leggero. Adotta il motore Rotax 912, di origine aeronautica e già destinato alla Transition, per cui viene dichiarata una potenza di 80 CV. E’ alimentato da benzina tradizionale, elemento a favore di un utilizzo anche urbano. L’Aeromobil 2.5 raggiunge la velocità di 160 km/h su strada e di 200 km/h in aria, mentre l’autonomia spazia fra i 500 chilometri ed i 700 chilometri nelle due modalità di guida.

Completato il primo esemplare dell'Aeromobil 2.5
Completato il primo esemplare dell'Aeromobil 2.5
Completato il primo esemplare dell'Aeromobil 2.5

Il telaio è in acciaio e la fusoliera in fibra di carbonio, la massa complessiva non è superiore a 450 chili e l‘apertura alare raggiunge gli 8.23 metri, ma le ali sono ovviamente ripiegabili. Le dimensioni complessive restano sconosciute, ma Klein ha comunque assicurato che il veicolo può essere parcheggiato all’interno di una normale area di sosta. L’imprenditore slovacco iniziò a lavorare nel 1990 al progetto di un ultraleggero a quattro ruote. Si chiamava Aeromobil 1.0 e viene oggi sostituito dal 2.5, il cui primo collaudo si è svolto la settimana scorsa e che anticipa l’Aeromobil 3.0 – destinato anche alla vendita.

Completato il primo esemplare dell'Aeromobil 2.5
Completato il primo esemplare dell'Aeromobil 2.5
Completato il primo esemplare dell'Aeromobil 2.5
Completato il primo esemplare dell'Aeromobil 2.5
Completato il primo esemplare dell'Aeromobil 2.5

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: