Le automobili senza conducente saranno anche senza volante?

Dal 2025 le automobili potrebbero cambiare forma ed aspetto. Per lo meno nell’abitacolo, privato del volante e trasformato in luogo in cui riposarsi.

L’arrivo sul mercato delle automobili a guida autonoma potrebbe sancire la contemporanea rinuncia al volante di tipo tradizionale. Ne è convinto Han Hendriks, ai vertici di Johnson Controls, che ha recentemente espresso il suo punto di vista nel corso di un’intervista concessa al The Detroit News. La sua opinione è decisamente significativa, in quanto l’azienda statunitense opera nel settore automobilistico ed è impegnata nella realizzazione di quei componenti a maggior valore aggiunto (cruscotti e cockpit, sistemi per la gestione energetica…). Normale quindi che i suoi pensieri vadano tenuti in estrema considerazione.

“Fra 10/12 anni il volante ricoprirà un ruolo sempre più marginale all’interno delle nostre automobili – spiega Hendriks –. Guidare un veicolo automatizzato non renderà più necessario un quadro strumenti, e lo stesso conducente dovrà valutare la propria funzione. L’abitacolo di una vettura si convertirà in semplice luogo all’interno del quale entrare e rimanere fermi”. Il manager rivela inoltre che Johnson Controls sta già pensando al modo in cui affrontare l’argomento. Verranno quindi coinvolti nove automobilisti provenienti dalla Cina, dall’Europa e dal Nord America, con i quali discutere sull’argomento dei self-driving vehicles.

Tale scenario risulta avvincente ed intrigante, ma determinerà sicuramente un riesame dell’automobile come ogni appassionato è solito intenderla. L’addio al volante (o la sua trasformazione in cloche) potrebbe implicare la rinuncia all’aspetto più emozionale che ogni vettura è sempre stata solita fornire. Abbiamo 12 anni per rendere lo scenario digeribile…

Ultime notizie su Sicurezza

Sicurezza

Tutto su Sicurezza →