Opel Zafira Tourer 1.6 CDTI: prova su strada, caratteristiche e prezzi

Da novembre saranno consegnati i primi esemplari della nuova Opel Zafira 1.6 CDTI. Ecco come va, e le caratteristiche del nuovo 1.6 CDTI. In vendita da 28.990 euro.


L’Opel Zafira è entrata nella memoria collettiva in quanto prima monovolume a 7 posti con gli ultimi due ripiegabili. Fu per il tempo (1999) una soluzione decisamente innovativa, come altre novità che il fulmine ha piacere di ricordare: la Zafira è stata la prima 7 posti con alimentazione a metano, la prima con motore diesel dalla turbina a doppio stadio e la prima omologabile Euro 6. La monovolume tedesca può oggi vantarsi di un nuovo primato. E’ la prima Opel ad introdurre il motore 1.6 CDTI, unità dalle sfumature e dal temperamento decisamente calzante e che in questa vettura troverà forse la sua applicazione più indicata. Va quindi in pensione il notissimo e vecchiotto 1.7 CDTI, mentre il 2.0 CDTI non sarà più declinato in varianti di potenza a calibro ridotto. Il 1.6 CDTI copre il ventaglio dai 115 CV ai 160 CV.

Sarà ovviamente destinato a nuove vetture – Meriva in primis –, nell’ottica di una strategia pluriennale che porterà l’azienda tedesca a lanciare tre nuovi motori entro il 2016: prima è stato introdotto il 1.6 SIDI, poi è arrivato il 1.6 CDTI ed infine verrà aggiunto il 1.0 SIDI. Normale quindi che i tecnici abbiamo scelto di adottare moltissime soluzioni a valore aggiunto. Tecnici che parlano con l’accento di Luciana Littizzetto, in quanto il centro sviluppo General Motors di tutti i motori diesel a livello globale si trova nella città di Torino. Il 1.6 CDTI montato sull’Opel Zafira – i primi esemplari verranno consegnati da novembre – eroga 136 CV e 320 Nm, le garantisce uno 0-100 km/h in 11.2 secondi ed una velocità massima di 193 km/h. Consuma in media 4.1 litri ogni 100 chilometri, per 109 grammi di CO2 emessi al chilometro. Sarà inizialmente disponibile con la sola trasmissione manuale a 6 rapporti, anch’essa tutta nuova ed appartenente alla famiglia F40.

I tecnici del centro GM Powertrain hanno dunque sviluppato un quattro cilindri da 1.598 litri, con basamento in alluminio e turbina a doppio stadio, pesante 152 chili ed omologabile Euro 6. Particolari attenzioni sono state dedicate al sistema common rail. Quest’ultimo può lavorare con pressione fino a 2.000 bar ed effettuare 10 iniezione multiple per ogni ciclo di combustione, attributo necessario per aumentare l’efficacia del filtro anti-particolato. E’ inoltre presente un serbatoio (da 8 litri) in cui viene stivato l’additivo AdBlue, soluzione utile per contenere l’emissione di ossidi d’azoto allo scarico. Un pieno dura grossomodo 15.000 chilometri. Qualora si rimanga a secco l’automobile non parte, ma il conducente viene avvisato in maniera progressiva tramite messaggi sullo schermo a centro plancia.








© Foto Domenico Fuggiano – Tutti i diritti riservati

La guida su strada


Il 1.6 CDTI ci è stato descritto quale nuovo riferimento in termini di coppia e potenza specifica, di silenziosità e d’impatto sull’ambiente. Questi sono gli orizzonti verso il quale hanno osservato dirigenti e tecnici Opel, nel tentativo di sviluppare un 1.6 che potesse abbinare valori numerici di riferimento a proprietà di confort e piacevolezza. Alcune sfumature vanno ancora calibrate, ma i loro desiderata si rispecchiano in elementi concreti. Specie sotto il profilo acustico: il quattro cilindri si è dimostrato sempre silenzioso e discreto. Lo abbiamo testato per una 60ina di chilometri, ma il suo timbro vocale non ha mai oltrepassato proporzioni da sussurro. Merito anche di un abitacolo ben insonorizzato, accogliente, ovattato, che configura la Zafira quale ideale passista.

Le specifiche ed i valori numerici sono facilmente commentabili. E’ più utile indicarne quindi la rotondità di funzionamento, la morbidezza, il carattere accomodante e sempre disponibile. Il 1.6 CDTI ci è sembrato privo di squilli o acuti, ma decisamente regolare in quelle porzioni di contagiri che noi tutti utilizziamo con maggior frequenza: dopo i 3.500 giri perde smalto e brillantezza, ma da 1.500 giri – regime in cui sono disponibili già 290 Nm di coppia – restituisce un’erogazione decisamente solida e preziosa. L’apporto dei 320 Nm è in tal senso fondamentale, soprattutto considerando che l’Opel Zafira non è esattamente un fuscello. Da sottolineare anche l’assenza di vibrazioni: merito del doppio contralbero di equilibratura.

Nel corso della nostra mini-prova abbiamo registrato percorrenze nell’ordine dei 20 km/l, lungo un percorso di tipo misto. Il valore non rispecchia ovviamente il dichiarato, ma è comunque ottimo tenendo in analisi le dimensioni, la stazza ed il fatto che avessimo fra le mani un esemplare ancora da slegare – aveva percorso solo 5.000 chilometri. L’unico appunto è indirizzato verso il cambio. Non tanto per il suo funzionamento – ottimo: gli innesti sono precisi, secchi ed anche piuttosto ravvicinati –, quanto per la posizione in cui è sistemata la leva: il mobiletto è troppo arretrato ed obbliga a piegare il gomito in maniera non del tutto naturale. L’Opel Zafira 1.6 CDTI sarà in vendita con prezzo base di 28.990 euro.








© Foto Domenico Fuggiano – Tutti i diritti riservati

Le caratteristiche tecniche

2013_opel_zafira_1.6_cdti

Il recente motore 1.6 CDTI viene destinato anche all’Opel Zafira, disponibile a partire da novembre ed in vendita con prezzo base di 28.990 euro. Questa unità – annunciata anche per la Meriva – sostituisce il noto 1.7 CDTI e le versioni a potenza ridotta del 2.0 CDTI. Sviluppa 136 CV (fra 3.500 e 4.000 giri/minuto) ed eroga 320 Nm (a 2.000 giri/minuto), valori che spingono la monovolume tedesca fino alla velocità massima di 193 km/h e le permettono di coprire lo 0-100 km/h in 11.2 secondi. Il consumo medio è pari a 4.1 litri ogni 100 chilometri, per 109 grammi di CO2 emessi al chilometro.

Il quattro cilindri ha basamento in alluminio, adotta una turbina a geometria variabile ed il suo sistema d’iniezione common rail può raggiungere la pressione massima di 2.000 bar, il 25% in più delle unità precedenti. Pesa 152 chili, sarà declinato in varianti di maggiore o minore potenza ed è inizialmente abbinato alla sola trasmissione manuale. E’ conforme ai requisiti anti-inquinamento Euro 6. Utilizza per tal motivo il sistema SCR (Selective Catalytic Reduction), che riduce le emissioni inquinanti per merito di un fluido AdBlue a base d’urea.

Opel ha investito 4 miliardi di euro nello sviluppo di 3 nuove famiglie di motori, che entro il 2016 verranno declinate in 16 livelli di potenza. Ai noti 1.6 SIDI e 1.6 CDTI si aggiungerà presto il 1.0 SIDI, sovralimentato, per cui è già stata l’applicazione sotto il cofano dell’Adam: il piccolo turbo arriverà a sviluppare fino a 115 CV. Il 1.6 CDTI è stato sviluppato, progettato e collaudato nel centro GM Powertrain di Torino.

© Foto Domenico Fuggiano – Tutti i diritti riservati

Listino prezzi


Opel Zafira 1.6 CDTI Elective: 28.990 euro
Opel Zafira 1.6 CDTI Cosmo: 30.640 euro

© Foto Domenico Fuggiano – Tutti i diritti riservati

Ultime notizie su Test Drive

Tutto su Test Drive →