400 auto, 100 moto e 70 imbarcazioni sequestrate a Luigi Compiano

Luigi Compiano è l'ultimo capitano della truffa ad essere smascherato dalla Guardia di Finanzia. Possedeva oltre 400 automobili, molte di sconfinato prestigio e valore.

miki_biasion_lancia_delta

La gigantesca truffa ordita da Luigi Compiano rappresenta il tema su cui l’opinione pubblica ha oggi da discutere. L’imprenditore titolare della North East Service – azienda di trasporto e custodia di valori con sede a Silea, nel trevigiano – utilizzava di fatto la sua società quale vero e proprio bancomat, con il quale soddisfare appetiti decisamente salati e costosi: la Guardia di Finanza gli ha infatti sequestrato 70 imbarcazioni di varia natura, 100 motociclette e addirittura 400 automobili. Quest’ultimo numero ha suscitato la nostra curiosità. Abbiamo quindi lasciato in disparte la cronaca e cercato di scoprire quale tesoro nascondessero i suoi anonimi capannoni.

Il sito Vigilanza Privata scrive ad esempio che l’imprenditore non ha mai nascosto la propria ammirazione nei confronti di James Bond. Per tal motivo collezionava le Aston Martin protagoniste dei suoi film, affidate alle cure di una ristretta cerchia di collaboratori: il custode ed una manciata di meccanici erano le uniche persone incaricate della manutenzione, e dovevano mantenere ciascuna vettura in ordine. Compiano è anche un appassionato di rally. Si dice pertanto che anni fa, dopo aver assistito ad una gara, acquistò addirittura tutte le automobili presenti al via. Chissà se fra queste era presente la Lancia Delta di Miki Biasion, che La Tribuna ritiene fosse parte della sua collezione.

Fra i pezzi di maggior prestigio c’era anche una Ferrari. Non una Ferrari come tante altre, ma un esemplare acquistato direttamente dalla famiglia Agnelli. Il Gazzettino scrive addirittura che fosse la vettura personale di Umberto. La passione di Compiano era alimentata anche dalle Rolls Royce – ne possedeva un esemplare numerato – e dalle automobili a ruote scoperte, tanto che spese 100mila euro per acquistare il telaio di una Formula 2. Vien quindi spontaneo domandarci quale fosse la sua automobile di tutti i giorni. La risposta è più scontata di quanto sia lecito immaginarsi: una ‘banale’ Audi A8 W12.

  • shares
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina: