Patente auto rinnovo: da oggi si cambia, ecco le novità

Addio al bollino, verrà inviato direttamente a casa un duplicato del documento, dopo il superamento della visita medica

Oggi è un giorno a suo modo storico per la patente automobilistica: cambia la procedura di rinnovo. Infatti, come già annunciato nei mesi scorsi, il 9 gennaio è entrato definitivamente in vigore il decreto del Ministero dei Trasporti, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il 10 dicembre scorso. La modifica più importante riguarda l’addio al classico tagliando di rinnovo: verrà rilasciato direttamente un nuovo duplicato con foto aggiornata e documento decisamente più leggibile, rispetto a quello attuale spesso sgualcito e vecchio di anni.

La nuova patente verrà inviata direttamente a casa, secondo quanto dice il Ministero, entro una settimana o dieci giorni. Ma cosa bisognerà fare per effettuare il rinnovo? L’unica vera novità per l’automobilista è la necessità di portare una propria fototessera recente, al momento della classica visita medica, mentre il dottore ora dovrà compilare un documento online ed invierà tutto per via telematica (foto compresa) direttamente alla Motorizzazione, tramite il sito ilportaledellautomobilista.it. In tempo reale, sarà rilasciata una ricevuta.

Questo documento provvisorio ha una validità di 60 giorni e resta valido fino a quando non viene ricevuto il nuovo documento. Il costo di questa operazione è pari a 25 euro, per due versamenti (da 9 e 16 euro) da effettuare su bollettini prestampati e da consegnare al momento della visita, assieme alla fototessera. A questo andrà aggiunto il costo della visita medica (è variabile, ma può arrivare a 50 euro), i 6,80 euro per la spedizione della nuova patente e la spesa per la fototessera. L’altra novità riguarda la data di scadenza del documento: ora coinciderà con la data di compleanno dell’automobilista.

Patente auto: niente bollino, verrà inviato un duplicato

patente_di_guida

I titolari del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti hanno modificato la procedura necessaria per il rinnovo della patente. Dal 9 gennaio 2014 non basterà più applicare l’etichetta adesiva con riportata la nuova scadenza, ma si dovrà consegnare una foto-tessera aggiornata e pazientare che il nuovo documento venga consegnato a casa. Lo stabilisce un decreto pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 10 dicembre e che entrerà in vigore dopo 30 giorni. Sono comunque previsti 20 giorni di tolleranza, affinché le strutture mediche si adeguino al nuovo iter.

Le operazioni di conferma verranno effettuate in maniera telematica: i medici potranno quindi notificare eventuali prescrizioni o adattamenti al veicolo connettendosi al sito ilportaledellautomobilista.it. Dovranno poi inserire i dati del pagamento ed allegare foto e firma del richiedente, mentre una piattaforma informatica stamperà una ricevuta che attesta la validità dell’operazione. Tale ricevuta ha validità 60 giorni e resta valida fino a quando la patente non viene consegnata, ovvero – secondo il Ministero – entro una settimana. Il costo dell’operazione ammonta a 25 euro.

Tale cifra è determinata dai 16 euro di marca da bollo e dai 9 euro in diritti di Motorizzazione. Entrambi vanno pagati tramite bollettino postale, da esibire poi al medico insieme alla fototessera. La raccomandata costa invece 6.80 euro.

Rinnovo patente: basta tagliando, ci sarà il duplicato

Un decreto del Ministero dei Trasporti, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale lo scorso 2 ottobre, modifica la procedura del rinnovo della patente, con l’obiettivo di renderla più snello, oltre che rendere il documento decisamente più leggibile e con una fotografia attuale, rispetto ad ora, dove poteva esserci un’immagine del guidatore anche vecchia di decine d’anni. La novità più sostanziale è l’addio al classico tagliando di rinnovo, ma verrà rilasciato un nuovo duplicato della propria patente di guida.

Il titolare della patente si dovrà presentare dal medico con una fototessera recente e, una volta superata la visita, il dottore compilerà un documento online e lo invierà telematicamente alla motorizzazione, insieme alla foto ed alla firma del titolare. In tempo reale, verrà generata una ricevuta, in cui saranno inseriti i dati anagrafici, il numero e la categoria della stessa, le eventuali prescrizioni relative al conducente o a modifiche del veicolo e la nuova data di scadenza della patente stessa, che ora coincide con la data di compleanno.

Questo documento provvisorio verrà consegnato al titolare e gli permetterà di circolare per 60 giorni, in attesa che la nuova patente arrivi per posta a casa (dovrebbe volerci una decina di giorni). Quando il duplicato è arrivato, la vecchia patente andrà distrutta, visto che sarà priva di validità. Queste novità entreranno in vigore ad un mese dalla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, quindi dal prossimo 2 novembre, previa la pubblicazione di un altro decreto attuativo d'intesa con il Ministero della Salute.