Mini Canyon: prima ricostruzione grafica


Dovrebbe arrivare nel 2012 la Mini Canyon, di cui vi mostriamo una prima ricostruzione grafica. La variante a tre porte della Mini Countryman sarà disponibile anche nelle versioni ALL4 a trazione integrale, per poter competere direttamente con la Range Rover Evoque. Inoltre, la Mini Canyon avrà un aspetto molto simile alla berlina a tre porte, di cui rappresenterà la variante con assetto rialzato. Tuttavia, la forma del tetto sarà molto spiovente, per conferire alla vettura una vocazione sportiva.

Infatti, l'abitacolo sarà configurato secondo lo schema 2+2, mentre la piattaforma sarà la stessa della Countryman ma con passo accorciato. Per quanto riguarda le motorizzazioni, la Canyon utilizzerà i propulsori più potenti della gamma Mini, tra cui il 1.6 Turbo a benzina da 211 CV delle versioni JCW e il 2.0d biturbo da 204 CV di origine BMW. Tra l'altro, la Mini Canyon si candida ad essere la vettura che verrà elaborata da Prodrive per partecipare al campionato rally WRC.

La Mini Canyon sarà prodotta nell'impianto Magna Steyr di Graz, in Austria, dove a breve partirà la produzione della Contryman. Si tratta di una scelta obbligata, dato che la capacità produttiva dell'impianto inglese di Oxford verrà saturata con l'entrata in produzione dei modelli Coupé e Roadster. Inoltre, la nuova Mini Moke - attesa sul mercato per il 2013 - potrebbe derivare proprio dalla Canyon e non dalla concept Mini Beachcomber che ha anticipato alcuni contenuti della Countryman.

Via | AutoExpress

  • shares
  • Mail
44 commenti Aggiorna
Ordina: