Toyota: la i-Road nel programma di mobilità giapponese Ha:Mo

Il ministero dei trasporti giapponese dà impulso al progetto Ha:Mo e comunica di aver selezionato la toyota i-ROAD, tre ruote con motore elettrico.

La Toyota i-ROAD entra nella flotta Ha:mo

La Toyota i-Road è stata selezionata per debuttare nel programma di mobilità alternativa Ha:mo, progetto di caratura nazionale votato alla combinazione fra trasporto pubblico e privato con l’obiettivo di aumentarne l’efficienza generale. I responsabili del progetto hanno confermato anche l’impiego della Toyota COMS e della bicicletta elettrica Yamaha PAS. L’infrastruttura del servizio Ha:mo metterà a disposizione anche una specifica applicazione, tramite la quale sarà possibile seguire il percorso più conveniente, prenotare i mezzi, visualizzare l’orario degli autobus e ricevere notifiche su eventuali ingorghi.

La Toyota i-ROAD entra nella flotta Ha:mo
La Toyota i-ROAD entra nella flotta Ha:mo
La Toyota i-ROAD entra nella flotta Ha:mo
La Toyota i-ROAD entra nella flotta Ha:mo

La i-Road sarà noleggiabile per l’equivalente di 1.80 euro nei primi 10 minuti, a scadenza dei quali si dovrà pagare 18 centesimi ogni minuto. Il triciclo venne esposto durante lo scorso salone di Ginevra e misura 2.350 mm in lunghezza, 850 mm in larghezza e 1.445 mm in altezza, ha un passo di 1.700 mm e dispone di una batteria agli ioni di litio con capacità di 2 kW. Quest’ultima alimenta due motori elettrici, da 5.6 CV l’uno, entrambi posizionati fra le ruote anteriori. La velocità massima è limitata a 45 km/h, l’autonomia non supera i 50 chilometri – purché si viaggi ad una media di 30 km/h – e sono necessarie 3 ore per effettuare un ciclo di ricarica.

La Toyota i-ROAD entra nella flotta Ha:mo
La Toyota i-ROAD entra nella flotta Ha:mo
La Toyota i-ROAD entra nella flotta Ha:mo
La Toyota i-ROAD entra nella flotta Ha:mo

La Toyota i-Road pesa 300 chili ed utilizza pneumatici 80/80 R16 all’anteriore e 130/170 R10 al posteriore. Elemento fondamentale è comunque il sistema Active Lean, che gestisce la dinamica del veicolo e gli permette di inclinarsi come fosse una normale motocicletta: è quindi corretto parlare di pieghe anziché di curve, riconoscendo l’assoluta particolarità di una vettura che Toyota posiziona nella categoria dei Personal Mobility Vehicle. La centralina gestisce quindi l’inclinazione secondo la velocità e l’angolo di sterzata, così da opporsi alla forza centrifuga.

La Toyota i-ROAD entra nella flotta Ha:mo
La Toyota i-ROAD entra nella flotta Ha:mo
La Toyota i-ROAD entra nella flotta Ha:mo
La Toyota i-ROAD entra nella flotta Ha:mo
La Toyota i-ROAD entra nella flotta Ha:mo
La Toyota i-ROAD entra nella flotta Ha:mo

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: