Autostrade: da domani scattano i rincari

A partire da domani 1° luglio, i pedaggi dei tratti autostradali sotto la competenza dell’Anas subiranno un rincaro pari ad un di 1 millesimo di euro al chilometro. Questo rialzo è valido per le auto e moto, mentre i conducenti di veicoli con 3, 4 o 5 assi – iscritti dunque nelle classi di pedaggio

A partire da domani 1° luglio, i pedaggi dei tratti autostradali sotto la competenza dell’Anas subiranno un rincaro pari ad un di 1 millesimo di euro al chilometro. Questo rialzo è valido per le auto e moto, mentre i conducenti di veicoli con 3, 4 o 5 assi – iscritti dunque nelle classi di pedaggio 3, 4 e 5 – dovranno versare un obolo maggiorato di tre millesimi di euro. Inoltre, l’Anas aumenterà di 1 euro (2 euro per i veicoli pesanti) il pedaggio presso i caselli interconnessi con le autostrade e i raccordi.

Quest’ultima maggiorazione, ancora provvisoria, verrà resa effettiva non appena saranno stabilite le modalità di pagamento del pedaggio sulle 22 tratte già individuate, fra cui l’autostrada Roma-Fiumicino, la Salerno-Reggio Calabria, la Palermo-Catania, il raccordo Torino-Aeroporto di Caselle, la superstrada Firenze-Siena, il raccordo Salerno-Avellino. Si “salva” dunque il Raccordo Anulare di Roma perché interno alla città. La manovra Finanziaria attualmente al vaglio renderà effettivi nuovi aumenti dal 1° gennaio 2011 – quantificati in 2 millesimi di euro al chilometro – oltre agli ordinari rincari tariffari.

Via | Quattoruote

I Video di Autoblog

Ultime notizie su Brevi

Link a notizie brevi sul mondo dell'auto

Tutto su Brevi →