Pomigliano: vince il sì ma con percentuale in calo. A rischio la produzione della nuova Panda

Sergio Marchionne

La lunga notte di Pomigliano si conclude con un incubo da sudori freddi. Vincono i “sì”, ma con percentuali inferiori rispetto ai primi scrutini: i lavoratori favorevoli a firmare il nuovo contratto proposto da Fiat sono ora il 62,2% (36% i “no”), meno di quanto fosse lecito attendersi. Secca anche la bocciatura al Polo di Nola, dove i giudizi negativi sono 192 su 273 votanti. Secondo quanto riferisce il Corriere della Sera, il Lingotto avrebbe accolto con freddezza l’esito delle votazioni auspicando una percentuale di voti favorevoli prossima all’80%. Questa inaspettata e parziale opposizione potrebbe frenare l’investimento da 700 milioni di euro promesso per trasferire in Campania la produzione della nuova Panda.

Via | Corriere

  • shares
  • Mail
143 commenti Aggiorna
Ordina: